Stephanie Kelly è una mamma di 4 bambini, viene dal Michigan e la sua storia dimostra che ha l'animo della vera guerriera. Sua nonna e sua mamma hanno perso la vita a causa del cancro al seno e fin da giovanissima ha sempre saputo di essere a rischio a causa della genetica. Qualche hanno fa ha poi scoperto di essere positiva al gene BRCA1, il maggiore responsabile del tumore alla mammella, e ha deciso di prendere una scelta drastica per evitare di andare incontro alla terribile malattia che l'avrebbe costretta a ricorrere a delle chemioterapie: si è sottoposta a una doppia mastectomia preventiva.

La cosa però non l'ha sconvolta affatto, sapeva che prima o poi sarebbe andata incontro a qualcosa di simile e, invece di farsi prendere dal panico, ha affrontato tutto con estremo coraggio. "Mi era sempre piaciuto il mio corpo, amavo i miei seni ed ero fiera del fatto che avessero nutrito i miei quattro figli ma dovevo fare un piccolo sacrificio se volevo vederli crescere", ha dichiarato Stephanie. Dopo l'intervento particolarmente invasivo, si è ritrovata con il corpo completamente cambiato ma, nonostante ciò, ha trovato il modo di reagire.

Ha sempre amato il personaggio dei fumetti Wonder Woman e, in seguito all'operazione, vedendo che gli amici le regalavano moltissimi doni ispirati all'eroina, ha pensato bene di tatuare il petto proprio con uno dei suoi iconici simboli, la Fenice, che rappresenta la capacità di rialzarsi sempre dalle ceneri. Oggi quel disegno copre le cicatrici, la trasforma in una guerriera a tutti gli effetti e la fa sentire a suo agio. Ogni volta che lo guarda ricorda che ha la forza necessaria per continuare a combattere.