Eryn Howie una bimba di due anni originaria di Newcastle è nata senza reni funzionanti, i medici le davano pochi giorni di vita e i suoi genitori hanno iniziato a rassegnarsi all'idea della sua morte. I dottori hanno comunicato ad Alba Howie, la mamma della bambina, che la piccola poteva essere salvata con un trapianto di rene e la madre poteva essere la donatrice adatta. La mamma 38enne ha subito accettato senza tirarsi indietro, per lei era scontato salvare sua figlia donandole il suo rene, era un sacrificio da fare.

Quando Alba era ancora incinta i medici avevano già notato tramite le ecografie alcune anomalie ai reni della piccola, i genitori erano stati avvisati del pericolo. Quando Eryn è nata a maggio del 2011 la signora Howie ha avuto solo il tempo di tenere pochi secondi la bimba tra le braccia, poi i medici l'hanno subito portata via per un operazione urgente. L'insufficienza renale della bambina rendeva l'intervento dei medici vitale. Eryn era nata da soli 3 giorni, era troppo piccola per la dialisi, per questo ha dovuto sopportare una complicata operazione.

Dopo il primo intervento i medici hanno fatto arrivare una speciale macchina per la dialisi infantile, necessaria per far sopravviere la bambina dato che ancora non poteva essere inserito il rene sano donatole dalla madre. Quando finalmente la bimba ha iniziato a crescere ed ha raggiunto il peso per permettere il trapianto la madre ha donato il suo rene alla piccola. Ora Eryn ha due anni, è una bambina felice che è rimasta in vita grazie al sacrificio di sua madre.