Rebecca Germaine ha 26 anni, viene da York e soffre di tricotillomania, una malattia che  provoca un desiderio incontrollabile di strapparsi i capelli, le sopracciglia e le ciglia. Fin da quando era ragazzina è stata affetta da questo disturbo, tanto che tra i 13 e i 15 anni ha avuto bisogno di parrucche per nascondere le calvizie. Nonostante ciò, è stata spesso vittima di bullismo e la cosa le ha creato non pochi imbarazzi e problemi.

Di recente, i medici l’avevano avvertita che probabilmente i suoi capelli non sarebbero mai ricresciuti se avesse continuato a strapparli. La notizia ha completamente sconvolto Rebecca che, a sei mesi di distanza dal giorno del matrimonio, non sapeva come fare per apparire ugualmente perfetta. “Fin da piccola, ho sempre detto che volevo avere i miei capelli nel giorno del matrimonio. Le parrucche sono finte e innaturali”, ha dichiarato la ragazza. Il suo sposo Tim Huetson, un manager di successo che ha sempre accettato la sua malattia, ha così deciso di farle un regalo incredibile, un impianto di capelli non chirurgico dal valore di 3mila sterline. Il metodo rivoluzionario si chiama Intralace e copre il cuoio capelluto calvo.

In questo modo, la sposa ha avuto un aspetto naturale ed è riuscita finalmente a realizzare il suo sogno. “Mi sono sentita finalmente sicura di me, è stato incredibile, non sarei potuta essere più felice”, ha raccontato Rebecca. Il giorno del matrimonio Rebecca aveva dei lunghi capelli ondulati ed è stata molto fiera di aver potuto attraversare la navata con quell’aspetto meraviglioso.