Tamzin Stockdale è una bambina di 8 anni, viene da Wolverhampton e, fino a qualche tempo fa, era quasi completamente sorda a causa di un virus che l’ha colpita quando aveva solo 4 anni. Era una mattina come tutte le altre quando ha notato che non riusciva a sentire in modo nitido e, portata subito a un controllo medico, la diagnosi è stata drammatica. Nel giro di qualche anno avrebbe perso l’udito al 100%, tanto da non poter ascoltare più alcun suono, una musica, una voce, e da poter capire quello che le persone le dicevano solo leggendo il labiale.

La piccola era stata colpita dal virus dell’herpes quando era nel grembo materno e la cosa aveva compromesso il suo udito, anche se il disturbo si è manifestato solo qualche anno dopo la nascita. La scorsa settimana, però, i medici le hanno fatto utilizzare un impianto innovativo che le ha permesso di ascoltare per la prima volta la sua voce dopo tanto tempo. La reazione è stata incredibile, la bimba è rimasta scroccata e non ha potuto fare a meno di portarsi le mani alla bocca. “La sento ma sembra quella di un robot. Mi sento di nuovo normale, posso ascoltare finalmente quello che dicono mia mamma e mio fratello”, ha dichiarato Tamzin, davvero entusiasta.

Il motivo per cui i suoi sono “robotici” è molto semplice: non è il suo orecchio che sta ascoltando un suono, è l’impianto elettronico che fornisce dei segnali sonori al cervello. Oggi, la piccola ha ritrovato non solo l'udito ma anche la felicità perduta. Il fatto che sia tornata a sorridere rende la mamma orgogliosa e soddisfatta.