Eman Ahmed Abd El Aty è la donna egiziana di 36 anni che con i suoi 501 chili è stata definita la donna più grassa del mondo. A causa del sovrappeso, non usciva da 20 anni, non riusciva più a muoversi dal letto e aveva bisogno dell'aiuto della mamma e della sorella per compiere semplici azioni quotidiane. Come se non bastasse, la cosa metteva a serio rischio la sua salute. E' proprio per questo che di recente si è recata in India per sottoporsi a un intervento di chirurgia bariatrica, cioè a una parziale rimozione dello stomaco.

Trovare una compagnia aerea disposta a trasportarla non è stato semplice, solo a fine gennaio ha trovato qualcuno che si è offerto di aiutarla e di portarla a Mumbai, così da permetterle di ricorrere alle cure mediche necessarie per perdere peso. "Siamo felici di comunicare che il team medico dell'ospedale Saifee ha operato con successo Eman Ahmed. Eman ha subito con successo una Sleeve Gastrectomy. L'intervento e l'anestesia si sono svolti senza incidenti", ha comunicato un portavoce del dottor Muffazal Lakdawala che sta curando la donna. La 36enne ha perso 100 chili, viene attualmente nutrita per via orale e verrà sottoposta ad altri trattamenti, così da correggere tutti i problemi medici associati.

Eman è ancora la donna più pesante del mondo, ma è scesa al di sotto dei 400 chili. Certo, dovrà essere tenuta sotto controllo ed essere sottoposta a fisioterapia per mesi ma riuscire a sedersi di nuovo per lei è già un grande traguardo. A questo punto, non resta che aspettare qualche mese perché i medici le diano il permesso di tornare in Egitto.