Nascere in una famiglia reale è un'indiscussa fortuna e, anche se comporta non poche responsabilità e preoccupazioni, rende inevitabilmente la propria vita fuori dal comune. Per un Royal lavorare significa sostenere la regina nel suo ruolo di monarca, ricoprire degli incarichi di primo piano in fondazioni di beneficenza, presenziare alle visite ufficiali, ai viaggi di Stato, alle inaugurazioni, ai gala, il tutto sfoggiando sempre look griffati e super eleganti. Insomma, sembra essere la professione dei sogni, peccato che solo in pochi possono vantare il tanto ambito "sangue blu". La domanda che i comuni mortali si pongono, dunque, è: quale sarebbe il mestiere dei Windsor se non facessero parte della Royal Family?

A dare una risposta soddisfacente è stata la società di formazione globale The Knowledge Academy, che, dopo aver analizzato i curricula di tutti i suoi rappresentanti, ha indicato delle carriere "alternative". I principi William ed Harry hanno avuto esclusivamente esperienze nelle associazioni di beneficenza, dunque potrebbero sperare di essere assunti solo in una onlus, guadagnando circa 21.000 sterline all'anno, ovvero più o meno 24.000 euro. Prima del matrimonio Kate Middleton ha avuto diversi incarichi lavorativi. Subito dopo la laurea era stata assunta nell'azienda Jigsaw, dove ricoprì un incarico amministrativo, e successivamente seguì il marketing della società di proprietà dei genitori. La professione a cui potrebbe aspirare se non fosse principessa? Quello di impiegata amministrativa con uno stipendio da 26.000 euro all'anno. Diverso è invece il discorso per Meghan Markle, che sarebbe in assoluto la più ricca se i Windsor avessero dei lavori "normali". Come attrice guadagnava 405.000 sterline all'anno e, tra ingaggi e sponsor, la cifra potrebbe anche lievitare. Insomma, a quanto pare, fatta eccezione per la Duchessa del Sussex, tutti i Royals dovrebbero fare non pochi sacrifici per mandare avanti le loro famiglie. Riuscirebbero a rinunciare ai loro privilegi da un giorno all'altro?