Aoife Kearney è una ragazza di 26 anni, viene dall'Irlanda del Nord e soffre di autismo. Fin da piccola ha sempre avuto delle difficoltà nell'apprendimento e dei problemi di ansia ma oggi ha trovato la soluzione per alleviare tutto questo: ha comprato una bambola realistica, che è stata battezzata con il nome Dominic. Per tutta la vita ha è stata vittima di bullismo, molti estranei la chiamavano paurosa e la prendevano in giro per la sua estrema timidezza.

Oggi, però, le cose sono cambiate. Nonostante Aoife non abbia mai desiderato avere un bambino, ritiene che Dominic l'abbia aiutata a diventare più estroversa. "Non vado più in ansia nelle situazioni sociali perché ho la bambola che mi tiene compagnia. Sembra un bambino vero, guardiamo sempre la tv insieme e ci scattiamo i selfie", ha spiegato la ragazza. L'idea le è venuta qualche anno fa dopo aver visto un documentario sulle bambole realistiche, ne era rimasta così incantata che ne ha subito voluta acquistare una e da allora la sua vita si è trasformata.

Oggi definisce Dominic la migliore compagnia che abbia mai avuto, soprattutto perché non può piangere, fare confusione e rumori molesti. E' così legata alla bambola che rimane a cullarla per ore e che ha curato nei minimi dettagli tutto il suo armadio. La cosa che la rende più soddisfatta? Il fatto che molte persone scambiano la bambola per un bambino reale. Aoife sostiene che Dominic non solo l'abbia aiutata a combattere l'ansia di affrontare le altre persone da sola ma anche il senso di solitudine che l'affliggeva fino a qualche tempo fa.