103 CONDIVISIONI
6 Maggio 2019
17:17

La bambola di Chiara Ferragni contro il cyberbullismo: in 5 ore è già sold-out

Ricordate la bambola di Chiara Ferragni, diventata la mascotte del matrimonio con Fedez? Oggi è stata lanciata sul mercato e ha l’obiettivo di combattere il cyberbullismo. La cosa che la fashion influencer non si sarebbe mai aspettata è che in poche ore la limited edition avrebbe registrato il sold-out.
A cura di Valeria Paglionico
103 CONDIVISIONI

Chiara Ferragni deve la sua fortuna ai social, è la fashion infleuncer più famosa al mondo e non perde occasione per documentare gli innumerevoli traguardi raggiunti con foto e Stories. Su Instagram conta 16,4 milioni di followers ma, a dispetto di quanto si potrebbe pensare, non sempre i commenti che riceve sono positivi. Nel corso della carriera ha infatti dovuto affrontare innumerevoli haters che l'hanno sommersa di critiche e offese ma per fortuna non si è lasciata travolgere dall'ansia, riuscendo a trovare la forza di non farsi condizionare. Oggi, però, ha deciso di dire basta al cyberbullismo, schierandosi al fianco dell'associazione no profit "Stomp Out Bullyng" e lanciando una bambola che riproduce le sue sembianze. La cosa che non si aspettava? Che il pupazzetto avrebbe registrato il tutto esaurito in poche ore.

La lotta di Chiara Ferragni contro il cyberbullismo

E' ormai risaputo che le star di fama internazionale vengono spesso prese di mira sui social da parte degli haters, che tentano di fare leva sulle loro debolezze e sui loro difetti per oscurarne la popolarità. Anche a Chiara Ferragni è capitato nel corso della carriera ma solo ieri ha deciso di parlarne con i followers. La fashion influencer ha spiegato di essere stata spesso vittima di cyberbullismo, è da quando aveva 17 anni che ha cominciato a ricevere offese e commenti negativi prima su Flickr, poi sul blog The Blonde Salad. Se all'inizio quelle parole le facevano male, con il tempo ha capito che non doveva farsi condizionare da nessuno se non dal suo istinto, dai suoi valori e dalle persone realmente fidate. Addirittura in alcune occasione ha trovato delle pagine web che si scagliavano contro di lei senza motivo ma per fortuna è riuscita ad andare avanti lasciandosi scivolare addosso quelle critiche. E' proprio per combattere un fenomeno sempre più diffuso e spesso sottovalutato come il cyberbullismo che si è schierata al fianco dell'associazione no profit "Stomp Out Bullying", mettendo in vendita una bambola con le sue sembianze.

Dove acquistare la bambola di Chiara Ferragni

Chiara Ferragni non smette mai di sorprendere i fan e nelle ultime ore ha lanciato una bambola ispirata alla sua immagine in edizione limitata. La cosiddetta Trudy Doll ha i lunghi capelli sciolti, gli occhi grandi e azzurri, le sneakers ai piedi e indosso un completino a quadretti con top crop e minigonna, è la stessa che era stata realizzata per il matrimonio a Noto con Fedez, in quell'occasione era diventata la mascotte dell'evento. Essendo piaciuta a molti dei followers, è stata finalmente lanciata sul mercato. L'esclusiva bambola è stata messa in vendita al prezzo di 35 euro questa mattina sul sito The Blonde Salad e in sole 5 ore è andata in sold-out. Ora rimane disponibile su Amazon e sul sito di Trudy, anche se di sicuro anche qui registrerà il tutto esaurito nelle prossime ore. Il motivo per cui aiuterà a combattere il cyberbullismo? Il ricavato verrà completamente devoluto all'associazione no profit Stomp Out Bullyng.

103 CONDIVISIONI
Arriva su Amazon la bambola di Chiara Ferragni contro il cyberbullismo
Arriva su Amazon la bambola di Chiara Ferragni contro il cyberbullismo
Chiara Ferragni, in quarantena lancia la tuta da quasi 400 euro: in poche ore regista il sold-out
Chiara Ferragni, in quarantena lancia la tuta da quasi 400 euro: in poche ore regista il sold-out
Chiara Ferragni, la prima collezione di make-up verso il sold-out ma è polemica sui prezzi
Chiara Ferragni, la prima collezione di make-up verso il sold-out ma è polemica sui prezzi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni