Wynter Seymour è una bambina di 7 anni, viene da Northallerton, nel North Yorkshire, ed è affetta dalla sindrome dei capelli impettinabili, una rara anomalia strutturale del capello che interessa solo 100 persone in tutto il mondo. Era nata con una folta peluria nera ma dopo qualche mese ha cominciato a cambiare colore, diventando gradualmente bionda e disordinata. Portata a dei controlli medici, è arrivata la diagnosi ufficiale.

Con il passare del tempo la situazione è rimasta invariata e la bimba viene spesso paragonata a una bambola troll oppure a Chucky del film "La bambola assassina" per i suoi capelli "selvaggi" . Sono moltissimi quelli che quando la vedono in strada la fermano e chiedono alla mamma Charlotte Seymour, di 33 anni, spiegazioni su quel dettaglio molto originale. "I suoi capelli sono pazzi, davvero non si riescono a pettinare, devono rimanere solo legati per non aggrovigliarsi completamente", ha spiegato la mamma.

Ogni volta che ha provato a passare un pettine sulla chioma della piccola, le ha causato un incredibile dolore ed è per questo che ormai ci ha rinunciato. Secondo gli esperti, gli effetti della rara sindrome tenderanno a scomparire con l'avanzare dell'età, dunque per il momento non vale la pena intervenire in modo drastico. Wynter, però, non sembra preoccuparsi troppo della sua condizione, anzi, va molto fiera del suo aspetto sopra le righe e ama essere chiamata Chuck. Quei capelli "selvaggi" sono ormai diventati un tratto distintivo e, se dovessero scomparire del tutto in futuro, perderebbe una parte della sua identità.