L’insonnia può essere un problema molto difficile da affrontare. C’è chi segue una dieta specifica e chi usa dei metodi strambi, ma il più delle volte il sonno continuerà a non arrivare al calare della notte. La soluzione per le persone che non riescono a dormire arriva da uno studio condotto presso la Northumbria University e pubblicato sulla rivista Sleep. I ricercatori sono riusciti a trovare una terapia per combattere l’insonnia, che permette di addormentarsi solo in un’ora.

Si tratta di un incontro con un esperto che dura proprio 60 minuti e che analizza le proprie abitudini e soprattutto la propria risposta emotiva alla camera da letto. “L’insonnia è una risposta biologica a un disagio che può derivare da un problema di salute, dal modo in cui viviamo la nostra giornata, da una preoccupazione finanziaria o qualsiasi altro tipo di stress. Se si protrae per più di due settimane, diventa un vero e proprio problema”, ha spiegato il professor Jason Ellis, uno dei ricercatori. Secondo lo studio, gli insonni devono mettersi a letto solo quando hanno davvero sonno, in modo da non provare ansia alla sola vista della camera da letto.

Si tratta di una soluzione così semplice da poter sembrare banale, ma i risultati sono stati evidenti. Questo metodo è stato sperimentato su un piccolo gruppo di circa 40 persone e il 73% di loro ha dichiarato di aver avuto dei miglioramenti nei 3 mesi successivi ad un trattamento simile. Il segreto per combattere l’insonnia e per dormire sonni tranquilli è dunque parlare con un esperto e soprattutto stare lontani dalla camera da letto fino a quando non si avrà davvero sonno.