L'iniziativa di H&M: vestiti vecchi in cambio di un buono da spendere negli Store

Continua la battaglia "ecologica" di H&M che, dopo aver creato una linea di abiti prodotti con tessuti bilogici, lancia una nuova iniziativa per la salvaguardia del pianeta. Il colosso svedese ha pensato ad un nuovo progetto eco-friendly per la raccolta di abiti usati: da Febbraio 2013, negli store H&M di 48 paesi diversi, sarà possibile consegnare i capi dismessi o che non vengono più utilizzati. Ogni anno tonnellate di prodotti tessili finiscono nei rifiuti, perchè dunque  non riutilizzarli dandogli una nuova vita? Il brand low cost è uno dei primi a lanciare un progetto del genere, pensato per ridurre l'impatto ambientale di oggetti che una volta gettati peserebbero notevolmente sul difficile smaltimento dei rifiuti inorganici.

Un buono sconto per ogni borsa di abiti usati – Dal mese di Febbraio in poi, tutti potranno recarsi nei punti vendita H&M e consegnare i propri capi usati, senza limiti di quantità. Per ogni sacchetto di abiti vecchi H&M donerà ai propri clienti un buono sconto di 5 euro, valido in tutti gli store, da utilizzare per una spesa minima di 40 euro. L'iniziativa è stata lanciata in collaborazione con I.Collect, società che si occuperà nello specifico di dare nuova vita agli oggetti usati. Karl-Johan Persson, Ceo di H&M, ha spiegato le ragioni che hanno spinto l'azienda a lanciare un progetto del genere: "Il nostro impegno in ambito eco-sostenibile si attua sia sul piano sociale sia su quello ambientale […] vogliamo contribuire alla tutela dell'ambiente ed è per questo che offriamo questa nuova possibilità".