Eva ed Erika Sandoval sono due gemelline siamesi della California, hanno 2 anni e sono nate con vescica, fegato, una gamba e parte del sistema digestivo in comune. La settimana scorsa, sono state finalmente operate al Packard Lucile Hospital Stanford per essere separate e, dopo un intervento chirurgico delicatissimo, durato ben 17 ore, possono guardarsi negli occhi per la prima volta.

Anche se sono ancora nel reparto di terapia intensiva, stanno bene, possono respirare da sole, non hanno bisogno della ventilazione artificiale e stanno lentamente recuperando tutte le loro forze. La cosa incredibile è che, fino a questo momento, non erano mai riuscite a vedersi e, dopo l’intervento, la loro reazione è stata un misto tra curiosità e stupore. Per non farle sentire improvvisamente sole, i genitori hanno deciso di farle dormire nello stesso letto, anche se ormai non ne hanno più bisogno. “E’ stata una tale emozione per noi vedere le bimbe una accanto all’altra. Non hanno avuto complicazioni, l’intervento è andato bene”, ha spiegato felice la mamma delle gemelle, Aida Sandoval, che avrà ora la possibilità di prenderle tra le braccia una alla volta.

Ognuna delle due bimbe ha mantenuto parte dei organi condivisi, hanno una sola gamba e la pelle di quella che condividevano è stata utilizzata per coprire le ferite chirurgiche, così da evitare la formazione di grosse cicatrici. I medici ritengono che dovranno rimanere in terapia intensiva per un’altra settimana prima di passare a un nuovo reparto ma la cosa certa è che non hanno alcun problema di salute.