Kim Jones ha detto addio alla Maison francese Louis Vuitton, per la quale è stata direttore creativo delle linee uomo negli ultimi 7 anni. La collaborazione tra questi due grandi nomi del fashion system termina proprio oggi, visto che durante la sfilata prevista tra qualche ora per presentare la collezione Autunno/Inverno 2018-19 in occasione della Paris Fashion Week lo stilista saluterà per sempre la nota casa di moda. "La sua capacità di imporre nuovi trend è impeccabile e il suo talento e la sua determinazione hanno assicurato il saldo posizionamento di Louis Vuitton come marchio di punta nell’abbigliamento maschile di lusso contemporaneo", ha dichiarato Michael Burke, Presidente & CEO di Louis Vuitton.

Kim Jones non è più il direttore creativo di Louis Vuitton

Kim Jones ha dimostrato di essere uno degli stilisti più talentuosi e visionari al mondo ai vertici di Louis Vuitton. Si è diplomato alla prestigiosa scuola di moda Saint Martins nel 2002, l'anno successivo ha lanciato una sua collezione di abiti e si è distinto da subito per la sua creatività alla London Fashion Week. E' però nel 2011 che è stato nominato direttore creativo delle linee uomo della Maison francese che, grazie a lui, è diventata un marchio amatissimo non solo dagli addetti ai lavori ma anche da star internazionali e dagli amanti dello streetwear. Non a caso, Jones è stato uno dei principali sostenitori della recente collaborazione con il brand americano Supreme. Oggi, però, lo stilista ha deciso di dire addio al suo ruolo di direttore creativo del settore menswear dopo ben 7 anni. Secondo le prime indiscrezioni, potrebbe prendere il posto di Christopher Baily a capo di Burberry oppure potrebbe diventare creative director della linea uomo Versace. Per il momento l'unica cosa certa è che nessuno conosce ancora il nome del designer che prenderà il suo posto ai vertici di Louis Vuitton.