11 Giugno 2020
10:00

Kathy Sullivan da record: prima donna ad aver camminato nello spazio, ora conquista anche gli abissi

Dopo essere stata la prima donna americana a compiere una passeggiata spaziale, Kathy Sullivan ha conquistato anche un altro primato: è la prima donna a essere discesa nelle profondità dell’Oceano, precisamente nel Challenger Deep. L’astronauta e oceanografa ha scritto per la seconda volta la storia.
A cura di Beatrice Barbato

È la donna dei record. Kathy Sullivan dopo essere stata la prima americana a fare una passeggiata nello spazio, è ora anche la prima a scendere negli abissi. Classe 1951, astronauta e oceanografa, ha raggiunto il punto più profondo dell'Oceano, scendendo a ben 10.914 metri nella fossa delle Marianne, la più profonda depressione oceanica che sia conosciuta al mondo. Non nuova alle imprese destinate a finire sui libri di storia, Kathy Sullivan è entrata a far parte della Nasa nel 1978, per poi realizzare la famosa passeggiata spaziale fuori dallo Shuttle Challenge, l'11 ottobre 1984. Ha preso parte a tre missioni spaziali, tra cui la Sts-31, che ha permesso di portare in orbita Hubble, il telescopio spaziale.

La missione negli abissi del Challenger Deep

Adesso, però, è la volta degli Oceani. Insieme a Victor Vescovo, CEO di Caladan Oceanic e capo pilota della missione, a bordo del sommergibile Limiting Factor, è partita alla volta del Challenger Deep, posto 11 km sotto il livello del mare. I due hanno trascorso circa dieci ore nella struttura, progettata propio per poter resistere alla pressione notevole di quel punto, 1.000 volte superiore a quella del mare. È come se sullo scafo gravasse il peso di «291 jet jumbo o 7900 autobus a due piani», ha spiegato l'ex astronauta sul suo blog personale. Dopo quattro ore impiegate per la discesa negli abissi, Sullivan e Vescovo – alla sua terza volta nel Challenger Deep – hanno trascorso circa un'ora e mezza nel fondo, durante la quale hanno potuto scattare fotografie della profondità a bordo del sommergibile. La risalita ha impiegato altre quattro ore e una volta ritornati in superficie, la Sullivan ha potuto mettersi in contatto con gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale.

«Come oceanografo ibrido e astronauta è stata una giornata straordinaria, unica nella vita: vedere il paesaggio lunare del Challenger Deep e quindi confrontare i dati con i miei colleghi della Stazione Spaziale, sul nostro straordinario veicolo spaziale riutilizzabile interno ed esterno, è stato magnifico», è stato il commento della dott.ssa Sullivan, reso noto dalla Eyos Expedition, che ha coordinato la logistica della missione. Insomma sarà difficile batterne i record, perché che si tratti di spazio o delle profondità dell'Oceano, Kathy Sullivan si conferma una pioniera nell'ambito delle esplorazioni scientifiche.

Laurence des Cars nuova direttrice del Louvre: è la prima donna alla guida del museo francese
Laurence des Cars nuova direttrice del Louvre: è la prima donna alla guida del museo francese
Novità in casa Ferrari: l'Academy che forma i piloti sta per scegliere la prima allieva donna
Novità in casa Ferrari: l'Academy che forma i piloti sta per scegliere la prima allieva donna
Amelia Earhart, donna dei record simbolo del coraggio femminile che da sola attraversò l'Atlantico
Amelia Earhart, donna dei record simbolo del coraggio femminile che da sola attraversò l'Atlantico
2 di Cose Vere
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni