Kate Middleton, oltre che regina delle smorfie, conferma ancor una volta di essere la principessa del riciclo. In tempi di crisi la beniamina del popolo inglese mostra la sua sobriteà non sbattendo in faccia al pubblico vestiti d'alta moda e continui cambi di look. Kate, da brava donna oculata, se acquista un abito importante lo sfrutta finchè può, anche più di una volta. Va dunque contro tutte le leggi non scritte del red carpet, secondo cui è severamente vietato utilizzare più di una volta  lo stesso abito per occasioni pubbliche, la Duchessa di Cambridge sovverte le regole e fa come gli pare.

Le critiche al look riciclato – Ieri sera alla premiere del film di David Attenborough "Natural History Museum Alive 3D", tenutasi al Museo di Stora Naturale di Londra, Kate Middleton ha sfoggiato un lungo abito nude in pizzo nero di Temperley London. Lo stesso abito lo aveva indossanto in altre due occasioni: alla prima londinese del film "War Horse" nel gennaio del 2012 e, qualche mese dopo, aveva scelto ancora l'abito in pizzo per il 600esimo anniversario della St. Andrews University. Alcuni credono sia assurdo che una donna come Kate ricicli l'abito più di una volta, ma i sudditi inglesi sono sempre più fieri della loro principessa che evita gli sprechi rispettando con questi piccoli gesti le persone che non hanno neanche da mangiare.