Il lockdown è stato duro per tutti, ritrovarsi a passare due mesi in casa senza poter uscire se non strettamente necessario è davvero pesante ma anche nelle situazioni di difficoltà è necessario guardare il lato positivo. È proprio quanto fatto da Kate Middleton e dal principe William, che hanno approfittato del periodo di reclusione per dedicarsi alla loro vita da genitori. Secondo Victoria Arbiter, esperta di Royals, il Duca e la Duchessa di Cambridge avrebbero considerato la quarantena un "regalo raro" poiché gli ha dato la possibilità di passare molto tempo con i figli, a cui solitamente viene negato il privilegio di rimanere per intere giornate con la mamma e col papà.

Gli eredi al trono inglese, infatti, di solito vengono lasciati con la tata fidata quando i genitori sono in giro per il mondo alle prese con degli impegni ufficiali ma, a differenza di tutti coloro che li hanno preceduti, George, Charlotte e Louis hanno avuto la possibilità di vivere come dei bambini "normali" durante i due mesi di lockdown. Certo, avendo passato la quarantena in una enorme tenuta in campagna con tanto di giardino attrezzato con i più svariati giochi, di certo non avranno sentito il peso delle restrizioni ma è chiaro per per loro si è trattato lo stesso di un cambiamento drastico rispetto alla normalità. Stando a quanto dichiarato dalla Arbiter, questo dettaglio avrebbe reso i bambini la generazione reale più adatta al trono mai conosciuta. Il motivo? Sono stati educati allo stesso modo dei coetanei e hanno la possibilità di capire meglio degli altri Royals le reali esigenze della loro generazione.