I Duchi di Cambridge non dettano legge solo quando si parla di eleganza, apparendo perfetti e impeccabili ogni volta che prendono parte a un evento pubblico, sono anche dei genitori modello. Hanno passato la quarantena ad Anmer Hall con i tre figli e, oltre a farli studiare regolarmente e a concedergli qualche giornata di giochi in giardino, si sono anche presi cura personalmente della loro educazione. Se di solito le mamme e i papà non possono fare a meno di sgridare i piccoli ogni volta che fanno una marachella, il principe William e Kate Middleton si comportano in maniera diversa. Sono contrari al "Naughty Step", ovvero all'imporre al bimbo una pausa silenziosa dopo il pasticcio combinato, preferiscono puntare sul metodo "Chat Sofa". In cosa consiste? Nel rimanere a chiacchierare sul divano, valutando il motivo e le possibili conseguenze di quel comportamento sbagliato messo in atto.

Insomma, sebbene siano seri ed esigenti, i due coniugi reali provano a non mostrarsi troppo rigidi. Non urlano a George, Charlotte e Louis, preferiscono fargli capire tutto con calma, educazione e rispetto. A Kensington Palace, dunque, sono state messi al bando le punizioni, le lacrime disperate e le grida arrabbiate, gli scontri si risolvono con un approccio conciliante. Stando a quanto rivelato dai tabloid inglesi, il metodo sembra funzionare, visto che i bambini non fanno quasi mai i capricci e sono per lo più impeccabili quando appaiono in pubblico. A quanto pare per crescere dei principini modello non serve essere autoritari e severi, con le buone maniere si risolve tutto, anche quando si parla solo di bambini piccoli.