Il kale o cavolo riccio è considerato un superfood, in quanto ricco di antiossidanti, acido folico, vitamina C, betacarotene, fibre e sali minerali, come calcio e potassio. Una verdura invernale molto nutriente e sana, che un tempo era un ingrediente importante nella cucina contadina del sud Italia. Per anni è rimasto nel dimenticatoio, ma è ritornato nei nostri mercati dopo il successo riscontrato negli Stati Uniti: il kale è infatti un ortaggio molto richiesto tra gli chef newyorchesi di cucina naturale, ed è molto amato da star e modelle del calibro di Gwyneth Paltrow, Jennifer Aniston e Heidi Klum. Ma scopriamo quali sono le proprietà del kale per la nostra salute e come cucinare il cavolo riccio.

Proprietà e benefici del cavolo Kale

Il Kale è un'antica varietà di cavolo appartenente alla famiglia delle Brassicacee Oleracea. È molto ricco di antiossidanti, fibre, calcio e vitamina C, inoltre contiene una buona concentrazione di beta-carotene, vitamina A, E, K e vitamine del gruppo B, oltre a proteine, acido folico, acidi grassi Omega 3 e sali minerali come potassio, magnesio, ferro e manganese. Il cavolo riccio ha quindi un elevato potere antiage, in quanto assorbe i radicali liberi, responsabili dell'invecchiamento precoce della pelle. Inoltre è un alimento alcalino, che aiuta a mantenere l'equilibrio acido-basico del nostro organismo, aiutando così a prevenire alcune malattie. Il kale è considerato anche un antitumorale e un antinfiammatorio, utile soprattutto in caso di infiammazioni croniche. Favorisce la riduzione del colesterolo cattivo, riducendo il rischio di malattie cardiache, e aiuta a ridurre l'assorbimento di grassi. Inoltre ha poche calorie, ma è ricco di nutrienti che favoriscono il senso di sazietà: per questo il cavolo riccio potrebbe aiutare anche a perdere peso.

Dove trovare il cavolo riccio e come utilizzarlo in cucina

Il cavolo riccio non è facile da trovare nei supermercati, mentre può essere reperibile nei mercati rionali. Ha un sapore dolciatro e pungente allo stesso tempo e può essere cucinato in tanti modi diversi: potete aggiungerlo crudo nelle insalate miste, ripassarlo in padella oppure cuocerlo per la preparazione di zuppe, vellutate e come condimento per la pasta. La cottura al vapore è l'ideale per il kale, perché permette a questo ortaggio di mantenere le sue proprietà salutari. Una volta acquistato potete metterlo in un sacchetto di carta e conservarlo in frigo per una settimana. Se invece volete congelarlo: sbollentatelo per 5 minuti in acqua salata, lasciatelo asciugare e mettetelo nei sacchetti gelo, prima di riporlo nel freezer.