Chi ha detto che quando si diventa anziani non si ha più la forza di godersi la vita al 100%? Julia Hawkins, una donna di Baton Rouge, in Louisiana, ha dimostrato che tutto è possibile quando si è determinati a rimanere in forma, anche "ribellarsi" al tempo che passa. Ha infatti 103 anni, è nata nel 1916 quando era in corso la Prima Guerra Mondiale ma, nonostante ciò, non ha rinunciato alla sua più grande passione, la corsa. La cosa particolare è che non solo si dà al jogging regolarmente ma è capace anche di partecipare a vere e proprie gare.

Di recente si è iscritta ai giochi nazionali di Albuquerque dedicati ai senior, era la più anziana dei partecipanti, e, dopo aver percorso 50 metri in 21,06 secondi, si è aggiudicata il record mondiale in questa categoria. Non è un caso che sia stata soprannominata "The Hurricane", ovvero "uragano". “Avevo sempre corso le Senior Olympics in bicicletta. Poi, quando sono diventata troppo vecchia per andare in bici sulle colline e usare ingranaggi e cose varie, sono andata a correre. Corro lungo le strade vicino a casa mia, ma di tanto in tanto, non spesso”, ha spiegato Julia con orgoglio.

E' proprio tenendosi attiva e dinamica che è rimasta in salute, grazie allo sport ha mantenuto un peso regolare e ha tenuto mente e corpo occupati. La donna centenaria oltre alla corsa ha anche molte altre passioni, ama leggere, curare il suo giardino, uscire con gli amici a pranzo e prendersi cura di nipoti e pronipoti. Qualche anno fa ha perso il marito Murray, che aveva sposato 70 anni prima durante la Seconda Guerra Mondiale, ma non si è lasciata abbattere dalla tragedia. Insomma, Julia ha dimostrato che la passione e la voglia di vivere possono superare ogni limite, rendendo ogni giorno davvero speciale.