Mrs Liza, Ginevra Salustri
in foto: Mrs Liza, Ginevra Salustri

C'erano una volta gli influencer, che su Instagram postavano i propri look firmati sperando di farsi largo nel dorato mondo della moda, tra sponsorizzazioni e inviti alle sfilate. Oggi invece è il momento dei content creator su TikTok: il social degli adolescenti è in piena ascesa e lancia nuove tendenze in modo creativo e originale. Per questo le case di moda hanno deciso da tempo di esplorare questo nuovo terreno, dove non conta tanto l'estetica ma la spontaneità. E le Fashion Week non fanno eccezione: chi meglio di una content creator può avvicinare i grandi marchi al pubblico più giovane? La moda cerca nuove strade e nuovi linguaggi per restare in linea con la generazione Z, i fratelli minori dei millennials, perché sono i clienti di domani. E in molti casi, i trendsetter di oggi.

I brand di moda su TikTok

Non tutti i brand di moda sono su TikTok: chi ha deciso di esplorare questo terreno lo ha fatto per cercare di avvicinare il proprio marchio ad adolescenti e ventenni. A rompere il ghiaccio è stato Burberry che ha aperto un profilo sul social della Generazione Z nel 2019. L'anno dopo è stato seguito a ruota da brand come Gucci, Furla, Jaquemus, Balmain e Dolce&Gabbana, tra gli altri. Ma TikTok è molto diverso da Instagram: più delle immagini patinate gli utenti cercano contenuti originali, spontanei e divertenti. Quindi c'è chi si è affidato direttamente agli esperti, cioé ai content creator in persona. Celine per esempio ha scelto il tiktoker Noen Eubanks tra i volti della campagna maschile dello scorso anno, mentre Prada ha invitato la tiktoker sedicenne Charli D’Amelio a seguire le sue sfilate durante l'ultima fashion week pre pandemia.

La tiktoker Charli D’Amelio alla sfilata Prada
in foto: La tiktoker Charli D’Amelio alla sfilata Prada

I trend nati da TikTok e diventati virali

A diventare virale su TikTok è anche lo stile: un esempio è il revival dei trend anni '90, che i content creator non hanno vissuto in prima persona. Oppure le mode nate dagli idoli delle serie tv, come i corsetti e i merletti alla Brigerton. Per spopolare su TikTok la parola d'ordine è una: creatività. Con 800 milioni di utenti attivi, è un bacino formidabile di pubblico: capire cosa va forte su TikTok significa anche capire dove si orientano desideri e consumi dei più giovani. Un esempio è la democratica (e divertente) sfida #HarryStylesCardigan. Tutto nasce da un cardigan di JW Anderson indossato dal cantante. Visto il prezzo proibitivo (1.560 dollari) gli utenti si sono divertiti a replicarlo da soli con i ferri. Tale è stato il successo che il brand alla fine ha replicato lo schema per farlo a maglia.

I contenuti legati alla Fashion Week su TikTok
in foto: I contenuti legati alla Fashion Week su TikTok

Lo strumento principe di TikTok sono le challenge: una specie di "sfida" a fare qualcosa di buffo o creativo, a cui partecipano in massa ragazzi da tutto il mondo, facendole diventare virali. Molte sono diventate vere e propri strumenti di marketing con campagne più o meno originali: un esempio di successo è la campagna lanciata da Calvin Klein con l'hashtag #advisetomyyongerself: il brand ha chiesto ad alcuni popolari tiktoker di dare un consiglio a loro stessi da giovani. Un modo per far passare dei valori sociali (rispetto per se stessi, sicurezza, body positivity) e per far parlare del proprio marchio al tempo stesso.

TikTok
in foto: TikTok

TikTok incontra la Fashion Week

Per via della pandemia in corso, la moda è sempre più digitale: la Milano Fashion Week che si apre oggi è caratterizzata da sfilate in streaming e eventi virtuali. L'app TikTok ha già stretto accordi con tutti i board che organizzano le fashion week in giro per il mondo: è partner di IMG, che organizza le sfilate newyorkesi, della Fédération de la Haute Couture et de la Mode di Parigi e del British Fashion Council, che si occupa di organizzare la London Fashion Week. Con l'avvio della stagione delle sfilate, il social ha lanciato alcuni hashtag speciali: uno è #TikTokFashionMonth, che raccoglie le storie di stilisti famosi e dei look che hanno fatto la storia, mentre le scelte di stile degli utenti vengono raccontati attraverso l'hashtag #LaNostraModa. Ma la Gen Z, si sa, è anche attenta all'ambiente: grazie all'hashtag #Upcycling le tiktoker spiegano come dare nuova vita a capi vecchi, senza sprechi. Una volta si cercavano le nuove tendenze in strada e nei locali: adesso sono tutte a portata di clic.