Charmaine Winsor ha partorito da poco ma purtroppo la sua storia è straziante. Era alla 25esima settimana di gravidanza quando, dopo aver fatto un controllo di routine al John Hunter Hospital di Newcastle, ha scoperto qualcosa di terribile: i gemellini che aspettava erano affetti dalla sindrome da trasfusione feto-fetale, una condizione che comporta una distribuzione ineguale della quantità di sangue che si porta dalla placenta ai gemelli, caratterizzata da un tasso di mortalità che oscilla tra il 60% e il 100%.

Fin dal primo momento, i medici hanno dato pochissime possibilità di sopravvivenza ai piccoli, preparando la mamma al peggio ed esortandola a ricorrere a un cesareo d’emergenza, così da evitare di andare incontro a un aborto spontaneo a gravidanza avanzata. “Ci hanno detto che al massimo sarebbero sopravvissuti 4 ore”, ha spiegato la donna che, poco dopo la visita, ha partorito i due gemellini, Levi e Connor. Incredibilmente, sono riusciti ad andare oltre le previsioni, anche se, dopo sette giorni, è successo qualcosa di terribile. Connor non ce l’ha fatta e ha perso la vita, lasciando solo il fratellino.

Per fortuna, la mamma dei piccoli è riuscita a scattare una foto ai gemellini poco prima che si dicessero addio. Lo scatto è dolcissimo e li mostra fianco a fianco mentre lottano duramente per rimanere in vita. Oggi, Levi ha 13 mesi e, anche se è riuscito a sopravvivere, avrà alcuni ritardi nello sviluppo a causa della nascita prematura. Di sicuro, una volta cresciuto, la mamma e il papà gli mostreranno quella tenera immagine in compagnia del fratello che è stato al suo fianco solo per pochi giorni.