La rivista "Playboy" ha dimostrato ancora una volta di essere simbolo di libertà sessuale. Per il numero di novembre 2017 ha messo in copertina per la prima volta nella sua storia una modella transgender. Si chiama Ines Rau, è francese, ha 26 anni ed è stata lieta di diventare il simbolo di una vera e propria rivoluzione: il suo è infatti un traguardo importantissimo per tutta la comunità LGBT.

Ines Rau, la prima transgender sulla cover di Playboy

Ines Rau ha posato per la copertina dell'iconico magazine in versione decisamente sexy. E' stata immortalata dal fotografo canadese Derek Kettela di spalle con il lato b in primo piano e indosso solo un completino intimo bianco e delle sneakers abbinate portate con dei calzini. Ha i capelli sciolti e fluenti e guarda in camera con uno sguardo provocante, incantando tutti con la sua bellezza. Ha delle forme così sinuosi e femminili che nessuno direbbe mai che è nata uomo e che si è poi sottoposta a diversi interventi chirurgici per il cambio del sesso. Non è la prima volta che la transgender lavora per Playboy, lo aveva già fatto nel 2014, quando aveva preso parte a un servizio fotografico, ma nella prossima edizione della rivista diventerà Playmate. Le saranno dedicate un'intervista e una cover story, in cui racconterà in dettaglio la sua storia, il suo percorso interiore e le difficoltà che si è ritrovata ad affrontare per accettarsi così com'è.

Chi è Ines Rau?

Ines Rau è nata nel 1990 a Parigi ma oggi viaggia spesso in giro per il mondo a causa del lavoro, anche se la sua "seconda casa" è New York. E' nata uomo e per tutta l'infanzia ha sempre nascosto la sua vera identità per paura di essere giudicata, consapevole del fatto che prima o poi sarebbe dovuta "uscire allo scoperto". Fare outing e dichiararsi transgender per lei è stata una vera e propria salvezza, visto le le ha permesso di far emergere la sua vera natura. La passione per la moda è nata quando era ancora un ragazzino, guardava infatti le immagini delle più grandi sfilate del mondo e sognava di essere su quelle passerelle. In particolare, sono state le creazioni di Jean Paul Gaultier a ispirarla, a darle sicurezza in se stessa, a farle capire chi voleva diventare e a darla la forza di affrontare il duro periodo di transizione che l'ha portata al cambio di sesso.

Il successo nella moda

Con il passare degli anni è riuscita a farsi strada nel fashion system grazie alla sua sensualità, non è un caso che negli ultimi anni abbia sfilato per Desigual, posato per le campagne pubblicitarie di Balmain e lavorato per molte altre famose Maison internazionali. In futuro vorrebbe trasferirsi a Los Angeles e diventare una star dei film d'azione, anche se per il momento non può fare a meno di godersi l'incredibile successo raggiunto con la copertina di "Playboy". Il suo sogno più grande? Dare voce a tutti coloro che non hanno il coraggio di affermare la loro identità