Il periodo della Quaresima è un tempo di sacrificio e di riflessione per i cristiani. Jessey Eagan, una mamma dell’Illinois, ha deciso di approfittare di questo periodo per prendersi un impegno davvero insolito. Vuole capire in che modo le mussulmane vengono trattate in America ed ha cosi deciso che porterà un hijab per quaranta giorni. Jessey ha lavorato in Giordania con suo marito Jeff e la maggior parte delle donne che ha conosciuto portavano i capelli coperti per motivi religiosi.

Durante quel periodo, ha capito che in Islam esistono molti pregiudizi nei confronti delle donne che non portano lo hijab e che non praticano la religione mussulmana. La donna ha spiegato: “Voglio ricordare a me stessa cosa significa essere outsider e voglio imparare a mostrare il mio amore in modo incondizionato, senza discriminazioni”. La donna ha ricevuto lo hijab da un’amica, la quale le ha assicurato anche il sostegno della comunità mussulmana locale. Jessey documenta le sue esperienze quotidiane sul suo blog, facendo riferimento sia agli sguardi spregevoli che alle risposte gentili che riceve ogni giorno in strada.

La donna ha sottolineato che il suo intento non è quello di cercare attenzioni da parte dei media, ma vuole semplicemente empatizzare con i mussulmani, che rappresentano una realtà religiosa lontanissima dal suo modo di pensare cristiano. La donna ha infatti dichiarato: "L'ultima cosa che voglio fare è offendere. Sto cercando di abbattere le barriere culturali e ho trovato che questo è un modo molto semplice per farlo”. Per ora ha definito la sua esperienza ampiamente positiva.