Elly Bowmer è una ragazzina di 13 anni, viene dalla Gran Bretagna e la sua storia assurda. Frequenta la Carter Community School di Poole ma, dopo essere tornata in classe in seguito a qualche giorno di vacanza, è stata messa in isolamento da una delle insegnanti. Il motivo? Non ha rispettato le regole imposte dall'istituto in fatto di abbigliamento e ha indossato dei leggings al posto delle calze. Non si tratta però solo di un capriccio, la ragazza è allergica a vari tessuti e ogni volta che porta i collant si ritrova con le gambe ricoperte di punti rossi e sfoghi acuti.

Dopo essere stata messa in punizione, infatti, ha provato a indossare le calze ma il risultato è stato drammatico: la madre Sarah è stata costretta a somministrarle dei farmaci per alleviare la fortissima irritazione. La donna aveva già spiegato ai docenti che la figlia poteva indossare solo gonne o leggings di cotone ma, a quanto pare, non è bastata la sua giustificazione, visto che poco dopo Elly è stata messa in isolamento ancora una volta per aver infranto le regole.

Sarah si è dunque rivolta direttamente al preside, affermando: "Mia figlia viene trattata come una lebbrosa, emarginata e isolata a causa della sua allergia, che ho ripetutamente segnalato al personale". Il portavoce della Carter Community School ha replicato dicendo che gli studenti sono obbligati a indossare l'uniforme e chi non può per motivi medici deve fornire una dichiarazione ufficiale. Purtroppo, però, questa regola non sembra valere per Elly, una ragazza timida e tranquilla che si ritrova esclusa e discriminata a causa della sua allergia.