Catrin Pugh è una ragazza di 23 anni, viene da Chester e ha il corpo ricoperto di cicatrici. Aveva 19 anni quando ha deciso di concedersi una vacanza sulle Alpi francesi ma da quel momento la sua vita è cambiata. Il bus su cui viaggiava aveva qualcosa che non andava e, dopo essere andato a fuoco, si è schiantato, causandole delle gravissime ferite e delle ustioni di terzo grado su tutto il corpo. E' rimasta in coma per 90 giorni, ha perso alcune dita, ha avuto bisogno di oltre 200 operazioni e, nonostante ciò, i medici le davano solo una possibilità su mille di farcela.

La 23enne, però, ha dimostrato di essere una combattente nata ed è riuscita a recuperare del tutto. Oggi sogna di frequentare un corso di bio-scienze e di iscriversi all'università per studiare fisioterapia. Anche se all'inizio è stato difficile accettare il suo "nuovo" aspetto, oggi non si vergogna più e non ha paura di mettere in mostra le profonde cicatrici. Non è un caso che ha accettato di posare in lingerie per un progetto intitolato "Behind The Scars" della fotografa Sophie Mayanne.

"Mi sento bene e voglio dimostrare che le mie cicatrici non sono un problema. Le vedo tutti i giorni e non mi fanno sentire a disagio", ha spiegato Catrin con il sorriso sulle labbra. L'obiettivo dell'artista che l'ha immortalata è raccontare le storie nascoste dietro i terribili segni che si portano sul corpo, così da spingere sempre più persone a non vergognarsene. La speranza della 23enne, invece, è che il suo coraggio riesca a sfidare gli stereotipi di bellezza comunemente accettati e ispirare tutti coloro che non si accettano così come sono a non nascondersi e a raccontare la loro storia con orgoglio.