Il Natale è ormai alle porte ed è tempo di pensare ai regali da mettere sotto l’albero per i propri bambini, soprattutto quelli che, essendo ancora troppo piccoli, non riescono a scrivere e inviare la famosa lettera a Santa Claus per esprimere i propri desideri. Meglio, allora, unire l’utile al dilettevole e scegliere doni che, oltre a rappresentare uno svago, possono essere anche educativi. Ecco cinque idee di giochi in grado di stimolare lo sviluppo intellettivo dei bambini, la loro fantasia e creatività, senza dimenticare la magia e il divertimento, da condividere con tutta la famiglia all’insegna del movimento e delle emozioni.

My Clem Box

Tra i giochi che non possono mancare sotto l’albero, soprattutto per i bimbi dai 4 anni in su, c’è My Clem Box di Clementoni, un’idea unica e originale pensata per far divertire apprendendo in modo nuovo e più coinvolgente. Questa, infatti, è la prima console che si collega alla tv per i bimbi in età prescolare e propone un ricco set di giochi che stimolano i più piccoli grazie a favole yoga, storie a bivi, giochi coinvolgenti e laboratori creativi. Il controller evoluto, inoltre, cattura i movimenti dei giocatori e li trasferisce ai personaggi dolci e simpatici sullo schermo. Tra questi c’è Alfonso, l’orso timido e gentile, impegnato ad aiutare i propri amici; la coccodrilla Mirtilla, che incoraggia il bambino ad affrontare insieme a lei incredibili avventure; il leone Gedeone, che aiuta i piccoli giocatori nella soluzione di problemi; e, infine, la pinguina Mina, protagonista dei giochi di movimento, e lo scoiattolo Orazio, che insegna a fare uso di parole “magiche”: per favore e grazie.

Ma non solo. Per chi desideri coinvolgere tutta la famiglia, c’è la speciale App My Clem Box che trasforma lo smartphone di mamma e papà in un secondo controller per giocare tutti insieme, in modo sicuro e interattivo. È, inoltre, personalizzabile, in grado cioè di riconoscere il bambino, festeggiare ricorrenze importanti e proporre contenuti ispirati alle proprie preferenze di gioco. Da provare.

Gli intramontabili puzzle (e gli speciali floor puzzle)

Sono un grande classico, tra i giochi più richiesti dai bambini a Babbo Natale e i più amati dai genitori. I puzzle sono un’idea regalo adatta a qualsiasi età, in grado di stimolare lo sviluppo cognitivo dei più piccoli ma anche di unire tutta la famiglia per mettere insieme pezzo dopo pezzo l’immagine da comporre. In particolare, è da provare il floor puzzle, che una volta creato sul pavimento di casa, si trasforma in un vero e proprio tappeto dove giocare e sviluppare le prime capacità psicomotorie sin dalla prima infanzia.

Giochi scientifici per conoscere il mondo

Conoscere la natura, la storia e addirittura la fisica e la matematica è possibile sin da bambini, in modo divertente e simpatico. È questo l’obiettivo dei giochi scientifici, veri e propri laboratori, destinati ai bambini un po’ più cresciuti, dai 7 anni in su, con l’obiettivo di soddisfare tutte le loro curiosità su dinamiche e fenomeni ambientali e biologici attraverso il fare e lo sperimentare. Di esempi ce ne sono tantissimi: da quelli sul mondo dei dinosauri a quelli su botanica e idrocoltura, fino a quelli che danno la possibilità di creare saponi, profumi, cristalli o addirittura simulare eruzioni vulcaniche. Basta assecondare le inclinazioni dei propri piccoli e mettere sotto l’albero il gioco che più si addice loro.

Giochi di società, quando il divertimento è condivisione

I giochi di società non hanno età: possono divertire e appassionare proprio tutti, dai bimbi in età prescolare fino agli anziani. Per questo, rappresentano un’altra buona idea regalo per il prossimo Natale. Sono un momento di condivisione per tutta la famiglia , oltre che una opportunità per imparare e sviluppare capacità logiche, di associazione e di osservazione. Da quelli tradizionali fino ai più nuovi e originali, si può scegliere tra una vasta gamma di giochi in scatola, con i quali anche i genitori potranno tornare per un po’ bambini, da “Battaglia Navale” al “Mercante in Fiera”, passando per “Il nuovo gioco dell’Oca” a “La scatola magica”.

Coding Lab per imparare a programmare il futuro

Non c’è età per progettare il futuro. Basta un po’ di fantasia e i giusti strumenti per diventare innovatori sin da piccoli. Per questo, esistono i giochi Coding Lab, che insegnano in modo divertente e semplificato cosa sia la programmazione, il coding e la robotica, preparando i bambini sin dall’età prescolare ad avere dimestichezza con il pensiero computazionale, cioè il pensare in maniera algoritmica per trovare una soluzione e svilupparla. Il coding dà ai bambini una forma mentis più aperta che permetterà loro di affrontare problemi complessi quando saranno più grandi. A Natale scegliete questo tipo di gioco e non ve ne pentirete.