Chi era bambina negli anni Novanta se lo ricorderà (forse come un incubo): parliamo del twin set, il completo coordinato in maglia composto da un cardigan e da un girocollo abbinato. O come lo chiamavano le nostre mamme, il Giulietta e Romeo. Inventato negli anni Trenta ed esploso negli anni Cinquanta grazie a dive di Hollywood come Grace Kelly e Marilyn Monroe, negli anni Ottanta sembrava definitivamente scomparso e invece è tornato alla fine del secolo. E di nuovo torna oggi sulle passerelle di Versace e Chanel e nelle tendenze per la prossima primavera. Niente panico: per evitare l'effetto "armadio della nonna" potete scegliere la versione più cool del momento: crop top, reggiseno o bralette in maglia a cui abbinare un cardigan oversize. Un completo che sta bene a tutti e che si rivela molto pratico per le bizze del tempo primaverile: ci si scopre e ci si copre seguendo il sole.

Storia del twin set, la maglia delle dive anni Cinquanta

Il twin set è composto da due capi in maglia dello stesso colore e filato: un cardigan con i bottoni e un sottogiacca smanicato abbinato. Il nome suggerisce già che si tratta di due pezzi inseparabili, e infatti in italiano è stato tradotto con il romanticismo che ci contraddistingue: Giulietta e Romeo. Il cardigan, simbolo dell'eleganza rilassata dei campi da golf, negli anni Venti ha fatto il suo ingresso nell'armadio femminile. Il cardigan ha una sua versione abbinata (e molto sofisticata), cioé il twinset, inventato negli Anni Trenta dal designer Otto Weisz, stilista di Pringle of Scotland. Il twin set conosciuto il suo momento di gloria negli anni Cinquanta: un filo di perle, una gonna ruota ed ecco il perfetto look alla Grace Kelly

Un modello di twinset degli Anni Cinquanta
in foto: Un modello di twinset degli Anni Cinquanta

Dopo gli anni Sessanta il twin set ha conosciuto alterne fortune: con l'avvento della moda libera e anticonformista degli anni Settanta e dell'irriverenza degli Ottanta il twin set diventò il simbolo del conformismo borghese dei propri genitori, di una moda "pudica" e ingessata da troppe regole. Il cardigan però tornò in grande spolvero negli anni Novanta, portandosi dietro anche il completino abbinato: chi era bambina tra gli anni Novanta e i primi anni Duemila lo ricorderà bene. Il twin set in colori accesi diventò il manifesto dello stile college, ma in versione più leziosa e femminile.

Letizia di Spagna
in foto: Letizia di Spagna

Come si porta il twinset oggi

Oggi, il capo bon ton per eccellenza è tornato di moda e ha fatto capolino anche in passerella. Il più classico è quello proposto da Chanel, bianco con i bottoni dorati, mentre Blumarine torna ai colori bubblegum dei primi anni Duemila. Versace rivisita il twin set in versione "micro" e molto sexy: la maglia a girocollo ora diventa un reggiseno su cui chiudere appena un paio di bottoni di una maglia crop. La versione più nuova di questo capo, infatti, è micro: un crop top o una bralette al posto della maglia, in modo da lasciare a vista più pelle. Sopra, il tradizionale cardigan si porta anche maxi, in versione grunge, oppure stretto e avvitato. La lana e il cachemere lasciano il posto alla maglia e alla maglina, per versioni più sportive e sbarazzine. Giocando con i volumi, il nuovo twin set si porta con abbinamenti di carattere: non più gonne a ruota ma mommy jeans, pantaloni palazzo o shorts e stivali. Per entrare nella primavera con un tocco di classe, ma senza sembrare una vecchia signora.

Chanel
in foto: Chanel