Nicoleta Leizeriuc è una donna di 28 anni, viene da Mileanca, un piccolo villaggio in Romania, e da quando è nata ha un tumore benigno che le copre l’occhio sinistro, impedendogli di vedere e deturpandole il viso. Anno dopo anno, cresce sempre più e le provoca dei disagi incredibili, addirittura negli ultimi tempi si è rinchiusa in casa per la vergogna poiché ogni volta che si mostra in pubblico viene giudicata e presa in giro.

Non posso andare in città, lavorare o incontrare gli insegnanti dei miei figli. Nessuno riesce a guardarmi. Vorrei però trovare il coraggio di uscire, così da non essere più sola”, ha spiegato la donna, disperata  e incapace di reagire. Nonostante l’evidente deformazione del suo viso, è riuscita ugualmente ad avere una vita normale. Ha trovato marito, ha avuto due figli e tutti in famiglia la sostengono, facendola sentire amata e apprezzata. La sua speranza è che presto possa sottoporsi a un intervento chirurgico per rimuovere tutto, ma i medici glielo hanno sconsigliato poiché l'operazione potrebbe farle perdere enormi quantità di sangue.

Il tumore è infatti in una parte molto profonda del bulbo oculare, una zona circondata da vasi sanguigni collegati alla mascella e alla guancia e sotto i ferri potrebbero scoppiare. L’alternativa è utilizzare una procedura chimica, così da evitare possibili imprevisti potenzialmente mortali. Si tratta di un intervento difficile ma non impossibile. Nicoleta, intanto, sogna il momento in cui non avrà più quel tumore deturpante sul viso: sarà quello il giorno più bello della sua vita.