Viviamo in un'epoca in cui le donne sono sempre più libere, emancipate, indipendenti, capaci di battersi con tutte le loro forze pur di dire addio a sessismo e discriminazione di genere ma, quando si parla di topless, sembra di ritornare al Medioevo. Vedere un seno nudo in spiaggia è davvero così scandaloso da poter lasciare sotto shock adulti e bambini? A quanto pare sì e a dimostrarlo è stato quanto accaduto su una spiaggia francese, dove il topless di alcune bagnanti è diventata un vero e proprio caso nazionale. Ora quelle donne che hanno "osato" prendere il sole senza reggiseno rischiano addirittura una multa. Per quanto ancora il topless dovrà essere considerata una forma di esibizionismo sessuale?

Bagnanti in topless rischiano la multa in Francia

Tutto è avvenuto a Sainte-Marie-la-Mer, a sud di Perpignan, dove tre donne ultra cinquantenni che prendevano il sole senza il reggiseno sono state "denunciate" da una mamma presente sulla stessa spiaggia, la quale sosteneva che la vista dei seni nudi avesse scioccato i suoi due figli. Due gendarmi sono stati costretti a intervenire, invitando le donne a coprirsi per non spaventare i bambini. Due di loro hanno obbedito ma la terza ha continuato indisturbata ad abbronzarsi in topless, anche a rischio di essere multata. Un'altra bagnante presente di nome Marie ha espresso la sua indignazione su Facebook, dando il via a un dibattito nazionale. Non esistendo nessuna legge che definisce il topless una forma di violazione della pubblica morale, gli agenti coinvolti nella vicenda sono stati accusati di aver agito in maniera eccessiva e maldestra.

Il governo difende il diritto al topless

La questione ha suscitato così tanto clamore da costringere il ministro dell’interno Gérald Darmanin a intervenire su Twitter, dicendo: "Senza alcun fondamento due donne sono state riprese per come erano vestite sulla spiaggia. La libertà è un bene prezioso. Ed è normale che l’amministrazione riconosca quando sbaglia".

Anche la portavoce della Gendarmeria Nazionale, la tenente-colonnello Maddy Scheurer, ha detto la sua: "Io porto sempre l’uniforme in servizio ma abbronzarsi in topless è naturalmente autorizzato sulla spiaggia di Sainte-Marie-la-Mer. I due gendarmi avevano buone intenzioni ma hanno sbagliato". Nonostante la celebrazione della libertà di scelta, in verità la Francia è particolarmente autoritaria sull'argomento, basti pensare al fatto che alle donne che prendono il sole sulla Paris Plage viene vietato di indossare monokini e tanga. Quello che ci si chiede è: per quanto ancora il corpo femminile dovrà essere censurato anche laddove non esiste nulla di scandaloso?