Il reggiseno è uno degli indumenti più utilizzati dal sesso femminile ma non sempre lo si riesce a scegliere della taglia giusta. Il risultato? Si provano diversi piccoli fastidi e non si vede l'ora di toglierlo al termine della giornata. La cosa che in poche sapevano è che un reggiseno troppo stretto potrebbe causare anche dei terribili mal di testa. Ecco cosa bisogna fare per capire se il proprio capo di biancheria intima calza alla perfezione o se sarebbe meglio puntare su un'altra misura.

Il tuo reggiseno è della taglia sbagliata?

Paula Svoboda, specialista in reggiseno con 16 anni di esperienza che collabora con il brand Triumph, ha condotto un sondaggio per capire quante donne indossano un reggiseno della taglia sbagliata in tutto il mondo. A dispetto di quanto si potrebbe pensare, i risultati sono stati sorprendenti: ben l'80% delle rappresentanti del sesso femminile porta della lingerie inadeguata per le proprie forme. La cosa che solo poche sanno è che questa cattiva abitudine potrebbe favorire la comparsa di mal di testa cronici, di irritazioni sotto il braccio, di tensione al collo, nonché l'assunzione di posture sbagliate. Per fortuna, però, è possibile ricorrere ad alcuni espedienti per capire se si porta la biancheria intima della taglia corretta. Innanzitutto è necessario che il ferretto non prema sul tessuto mammario, le spalline non devono mai cadere dalle spalle nel corso della giornata e il seno non deve "fuoriuscire" dalla coppa. Bisogna inoltre sostituire il capo ogni 6-12 mesi perché perde l'elasticità con i lavaggi frequenti, incurvandosi e non fornendo più supporto. Insomma, a quanto pare basta davvero poco per capire se la propria lingerie è della taglia giusta: solo in questo modo si eviteranno inutili fastidi e disagi.