Catturare il primo istante in cui veniamo al mondo, raccontare con un'immagine quel preciso momento in cui un neonato esce dal ventre della madre, questo l'intento di Suste Bonnen, fotografa danese che con l'obiettivo è riuscita a mostrare il miracolo della vita. Ci è riuscita nel modo più crudo e naturale, realizzando scatti in cui i bambini appena nati appaiono ancora ricoperti di sangue e placenta, con il cordone ombellicale e con la pelle violacea.

La fotografa 65enne ha ottenuto il permesso di assistere a più di 22 parti cesarei nell'University Hospital di Copenhagen e di fotografare il neonato nell'esatto momento della sua venuta al mondo, ancor prima di essere consegnato tra le braccia della madre. Alla fotografa è stato però vietato l'utilizzo di qualsiasi tipo di flash o altra illuminazione, ha dovuto arrangiarsi esclusivamente con le fonti di luce derivanti dalle lampade presenti nelle sale parto. Suste Bonnen per tutta la sua carriera ha ritratto personalità importanti, politici e celebrità, ma negli ultimi anni ha deciso di concentrarsi su soggetti completamente differenti, ha scelto di raccontare l'amore di una madre verso suo figlio, ha voluto mostrare in un'istantanea il miracolo della vita che nasce.