La nutrizione è un elemento fondamentale nella salute e nella crescita di un bambino. I suoi primi due anni di vita sono un  momento cruciale, in cui gli organi e il corpo sono particolarmente sensibili agli stimoli esterni, che possono influenzare lo sviluppo e lo stato di salute futuro del bambino. La nutrizione contribuisce a ridurre il rischio di sviluppare patologie croniche, grazie alla sua capacità di modulare il potenziale genetico dell’individuo. Il Prof. Marcello Giovannini, Presidente della Società Italiana di Nutrizione Pediatrica e Presidente del Congresso Milano Pediatria 2014, ha delineato i cosiddetti “quattro miracoli della crescita”, cioè le quattro fasi che permettono uno sviluppo armonico del corpo del bambino, solo se accompagnati da una corretta nutrizione.

1. Crescita fisica – Nei primi anni di vita, lo sviluppo del bambino è maggiore rispetto al resto della vita: si passa infatti da una a 500 trilioni di cellule.

2. Sviluppo cognitivo – Nei primi 3 anni di vita, si sviluppa l’80% del cervello. Non a caso, è proprio in questo lasso di tempo che un bambino impara circa 900 parole nuove.

3. Sviluppo del sistema immunitario – Intestino e flora batterica sono i due elementi essenziali del sistema immunitario di un individuo e si sviluppano nei primi due anni di vita di un bambino.

4. Sistema digerente – Sempre nello stesso periodo, un bambino sviluppa la propria capacità di digerire ed assorbire gli alimenti.

Studi recenti hanno dimostrato che molti bambini, nella maggior parte dei  Paesi europei, seguono un regime nutrizionale sbagliato ed è per questo che presentano molti problemi e malattie insolite durante la loro crescita. Un consiglio per le mamme è quello di allattare i propri piccoli con il loro latte, almeno fino ai 6 mesi, poiché è ricco di proprietà importanti per la crescita sia fisica che cognitiva del bambino. Il latte vaccino non deve essere dato prima dei 12 mesi poiché anche se contiene più proteine del latte materno, è povero di ferro, è meno assorbibile e potrebbe portare degli sbilanciamenti nella dieta del bambino. Anche il Prof. Marcello Giovannini spiega l'importanza dell'allattamento nei primi mesi di vita del piccolo: “Il ruolo del latte è decisivo per la crescita immediata ma anche per il futuro benessere dell’individuo. Il latte materno è ricco, tra l’altro, di calcio e proteine che supportano la formazione delle ossa e il loro consolidamento”.