La pasta è l'alimento alla base della dieta mediterranea e, anche se è ricca di carboidrati e mette a rischio la linea, è amatissima in tutto il mondo. Non sono solo gli italiani a consumarla spesso, anche nel resto del mondo sono molti coloro che la trovano irresistibile, tanto da non poterne fare a meno a tavola. Può essere cucinata in mille modi, magari mescolata con gli ingredienti più svariati, ma la versione "classica" con pomodoro, formaggio e basilico rimane sempre la più buona.

In pochi sanno qual è la tipologia più venduta a livello internazionale. Secondo gli ultimi presentati da Barilla durante l’ultima edizione di Tirreno Carrara Fiere, sono i classici spaghetti a essere i più apprezzati al mondo. Hanno battuto gli oltre 300 "rivali" e sono stati scelti nel 14,4% dei casi. Il secondo posto è andato alle penne rigate, che hanno ottenuto l'8,5% di preferenze, mentre al terzo posto si sono classificati i fusilli con il 7%.

Il sondaggio ha coinvolto 52 paesi differenti, nei quali, secondo le stime, ogni persona mangia in media circa un chilo di pasta ogni anno. Per gli italiani si tratta di una cifra bassissima, visto che la pasta viene consumata quasi ogni giorno, ogni abitante del bel paese ne mangia infatti circa 30 chili all'anno, ma è importante capire che fino a qualche decennio fa questo alimento era conosciuto solo in 30 stati. In Germania, ad esempio, solo negli ultimi anni è stato registrato un aumento del 5% nelle importazioni dall'Italia, così come è accaduto in Francia, Giappone e Russia. Insomma, il prodotto tipico della tradizione italiana sembra far impazzire i popoli di tutto il mondo, a questo punto non resta che concedersi un piccolo strappo alla dieta e prepararsene un piatto.