Sarah Boyle è una donna di 26 anni, viene da Staffordshire, è mamma di Teddy e, come succede a tutte quelle che hanno avuto un figlio da poco, è stato traumatico accettare il fatto che il piccolo si rifiutasse di essere allattato al seno. Fin dai primi giorni di vita, Teddy ha sempre cominciato a urlare e a piangere ogni volta che Sarah cercava di nutrirlo ma la cosa avveniva solo se gli porgeva il seno destro. Spiazzata da questa stranezza, si è sottoposta a un controllo medico e il risultato è stato drammatico: i medici le hanno trovato un cancro al seno, che necessitava di un ciclo di chemioterapie per essere curato.

I trattamenti intensivi non hanno avuto risultato positivi e hanno costretto la donna a intervenire con una doppia mastectomia. Sarah aveva notato di avere un piccolo grumo già nel 2013 ma tutti le avevano detto che si trattava solo di una cisti, il rifiuto di Teddy l’ha fatta preoccupare e, per fortuna, le ha salvato la vita. “Teddy è il mio eroe, non avrei mai sospettato di avere un tumore. L’allattamento fortifica il legame tra mamma e figlio, nel mio caso è stato capace di salvarmi la vita”, ha spiegato Sarah.

Oggi, Sarah sta bene, è fuori pericolo e progetta di sottoporsi a un intervento per la ricostruzione del seno. Non può che ringraziare il suo piccolo, senza di lui non si sarebbe resa conto in tempo di essere malata e probabilmente ora sarebbe già in fin di vita. Il consiglio che dà a tutte le mamme è di sottoporsi a dei controlli regali, soprattutto quando si nota qualcosa di strano nell'aspetto delle proprie mammelle.