Ollie Trezise è un bambino di 21 mesi, viene da Maesteg, in Galles, e negli ultimi giorni la sua storia sta facendo il giro del web. Ha l’encefalocele, un difetto del cranio che gli provoca malformazioni e disturbi gravi fin dalla nascita, ed è per questo che il cervello gli si sviluppa all’interno del naso, causandone la crescita e la deformazione. Il piccolo Ollie è stato soprannominato “Pinocchio” a causa della patologia.

Nonostante ciò, ha già dimostrato di essere coraggioso: vive ogni giorno con il sorriso stampato sulle labbra ed è la gioia della sua mamma, la 22enne Amy Poole. Quest’ultima aveva scoperto che qualcosa non andava durante la gravidanza, quando i medici avevano notato la crescita di un eccesso di tessuti molli sul viso del feto. Solo dopo la sua nascita però si è compresa la gravità della situazione: Ollie è nato con un naso dalle dimensioni di una palla da tennis allungata.

Qualche mese più tardi, il bimbo è stato sottoposto ad un’operazione chirurgica che gli ha permesso di eliminare il tessuto e il liquido in eccesso che lo esponevano al rischio di infezioni gravi. "Aveva un'enorme cicatrice a zig-zag sulla testa, doveva provare molto dolore, ma continuava a sorridere. La sua positività mi ha reso molto più facile affrontare tutto questo", ha spiegato Amy. Oggi, la donna è felice di avere al proprio fianco un guerriero. Il suo obiettivo è raccontare la sua storia per far conoscere la malattia del piccolo a più persone possibile, così da evitare le discriminazioni e i commenti offensivi che Ollie ha dovuto subire fin dalla nascita.