Si chiama Big Brain la prima mappa in 3D del cervello umano creata da un gruppo di ricercatori diretti da Katrin Amunts, del Centro di ricerche tedesco Julich e dell'università Heinrich Heine a Dusseldorf. La nuova mappa rappresenta lo strumento più dettagliato mai messo a punto per studiare il cervello umano e sarà fondamentale per comprendere i meccanismi di  alcune malattie cerebrali e per cercare le eventuali cure. Non Solo, verrà utilizzata per ricevere informazioni sui meccanismi interni e per comprendere meglio come funzionano i processi che controllano cognizione, linguaggio, emozioni e le disfunzioni collegate.

Per creare tale mappa è stato utilizzato il microtomo uno strumento che seziona i tessuti del cervello. Con il microtomo gli studiosi hanno tagliato il cervello di una donna di 65 anni in più di 7.400 sezioni. Ogni singola sezione è stata  digitalizzata e unita alle altre per ricreare al computer un cervello in 3D. Per completare la ricerca ed il lavoro, gli scienziati hanno impiegato più di 1.000 ore.