Centenario Trussardi

Non tutti hanno la fortuna e il piacere di poter celebrare il centesimo compleanno, per questo motivo la Maison Trussardi ha deciso di festeggiare tale ricorrenza, presentando la collezione donna Primavera-Estate 2012 con un grande evento che potesse unire moda, cucina, arte e design. Trussardi, infatti, non si occupa solo di moda ma anche di ricerca culinaria attraverso il famoso “Ristorante Trussardi alla Scala” e di arte moderna con la Fondazione Trussardi impegnata nella promozione di giovani talenti artistici.

La cornice scelta è stata quella del magnifico Castello Sforzesco. Per la prima volta il Comune di Milano ha aperto le porte del più famoso monumento cittadino ad un evento di moda. Centinaia gli ospiti invitati tra cui il direttore del quotidiano Libero Vittorio Feltri, l’attrice Carolina Crescentini e l’onnipresente Anna Dello Russo, redattrice di Vogue Japan. Non solo. La sontuosa Piazza delle Armi del Castello è stata eccezionalmente aperta al pubblico per consentire anche ai cittadini di Milano di assistere ai festeggiamenti del Centenario del Gruppo Trussardi e di scoprire insieme ai professionisti del settore moda la nuova collezione Trussardi Donna Primavera Estate 2012.

Life on flight il tema della serata. La location realizzata come un hangar di un aeroporto. Dietro la passerella il palco costruito come fosse la cabina di un aereo, con sedili in pelle su cui le modelle si accomodavano dopo il defilé. E, ciliegina sulla torta, per creare una reale airplane experience gli invitati sono stati omaggiati da uno speciale snack box – ispirato ai pasti serviti in aereo – realizzato grazie alla straordinaria collaborazione tra il designer Michael Young e lo chef de “Il Ristorante Trussardi alla Scala”, Andrea Berton.

Anna Dello Russo

La donna Trussardi pensata da Umit Benan, il giovane designer turco da poco al timone della Maison Trussardi, è una frequent flyer, una viaggiatrice moderna, sempre con una valigia in mano. Una donna che ha bisogno di abiti sobri ed eleganti ma soprattutto comodi e confortevoli che possano accompagnarla nei suoi long trip.

Tessuti leggeri, linee morbide, colori caldi della terra alternati ad un freddo blu navy, eleganti borse in pelle, cappelliere e valigie old style sono i cardini della collezione Trussardi disegnata da Benan. Uno stile che ricorda Katharine Hepburn negli anni 50, pantaloni larghi e shorts con pences morbide, giacche dal taglio maschile adattate alle sinuose forme femminili. Blazer oversize ingentiliti da un punto vita alto e ben delineato, camicie di seta, top in lino e trench retrò ricoprono senza costrizione la femme Trussardi.

Dopo la sfilata Martin Creed, artista inglese vincitore del “Turner Prize”, e la sua Bad hanno dato il via al Party Trussardi con un'indimenticabile performance live fatta di melodie originali e testi di canzoni ironici e radicali. Performance che ancora una volta testimonia il desiderio della Fondazione Nicola Trussardi di esprimere il suo impegno a supporto delle espressioni più originali dell’arte di oggi muovendosi in territori insoliti e inaspettati per promuovere la cultura contemporanea.