Brunello Cucinelli è l'imprenditore e fondatore dell'omonima casa di moda italiana, famosa per la produzione di maglieria pregiata in cashmere. Ha creato e sviluppato la sua azienda nel borgo medioevale di Solomeo, dove oggi i 100 ettari che circondano il cuore dell'azienda sono stati completamente restaurati per dare vita a un piccolo villaggio in cui si produce rispettando in tutto e per tutto l'ambiente e l'essere umano. L'idea del manager è davvero innovativa, visto che, rispettando i ritmi umani e naturali dando spazio all'arte, alla filosofia e alla spiritualità, dimostra una immensa umanità.

La "Periferia Amabile" di Brunello Cucinelli

Prima di essere un imprenditore di successo, Brunello Cucinelli è un uomo dall'immensa umanità e ha fondato tutta la sua vita sul valore della dignità. E' proprio per dare vita a una vera e propria impresa "utopica", nella quale i dipendenti hanno modo di affrontare anche il lavoro con estrema serenità, che ha realizzato il progetto di una "Periferia Amabile". Nella sua fabbrica non esistono cartellini da timbrare, straordinari o stress, tutto viene affrontato in modo naturale, rispettando i ritmi della vita e della natura, in maniera tale che gli impegni professionali riescano davvero a nobilitare gli uomini. L'obiettivo? Creare un'azienda in cui c'è un perfetto equilibrio tra profitto, difesa ambientale, dignità morale ed economica, in maniera tale da dimostrare che davvero non contano i soldi che si posseggono per essere felici.

https://www.instagram.com/p/BnTqGy5Da5j/?taken-by=brunellocucinelli

Cos'è il Borgo dello Spirito?

Si chiama Borgo dello Spirito ed è il progetto realizzato da Brunello Cucinelli per dare una nuova vita alla sua azienda, trasformata in un luogo in cui si rispettano i ritmi della vita e della natura. I 100 ettari di terreno che circondano la fabbrica, una volta considerati luoghi di periferia, sono stati restaurati, trasformandosi in una cosiddetta "Periferia amabile", ovvero una nuova opportunità contro la crisi economica, lo spopolamento e la perdita dei valori umani. "Noi oggi siamo responsabili per le bellezze del mondo e Solomeo per me è il Borgo dello Spirito. E oggi che le periferie sono il problema del mondo mi piace presentare questo progetto nella valle da dove sta ripartendo un futuro di straordinaria rinascita civile, umana, spirituale", ha spiegato l'imprenditore. A Solomeo sono stati spostati i brutti capannoni industriali e il paesaggio è stato rimodellato, facendo sì che anche l'antico castello riconquistasse dignità. Nel villaggio ci sono un Foro delle Arti, un Teatro, il Bosco della Spiritualità, una Scuola dei Mestieri ma anche una vigna e una cantina, insomma, tutto il necessario per vivere sereni e a stretto contatto con la natura anche quando si lavora. Come se non bastasse, Cucinelli ha intenzione di incontrare il capo di Amazon Jeff Bezos per umanizzare anche la rete. L'obiettivo? Contribuire alla nascita di un nuovo sistema dignitoso, spirituale e umano, lontano dalle dinamiche capitalistiche della nostra epoca.