17 Maggio 2017
18:22

Il boomerang di Chanel indigna il web: “E’ offensivo”

Volete sapere quale sarà l’accessorio dell’estate? Un boomerang Chanel da quasi 2.000 euro. L’oggetto, però, non è stato apprezzato dal pubblico del web, che lo avrebbe definito offensivo e umiliante nei confronti della cultura degli aborigeni australiani, i primi ad averlo utilizzato nella storia.
A cura di Valeria Paglionico

Volete sapere quale sarà l'accessorio più glamour della prossima estate? Il boomerang. A produrlo è stata la Maison Chanel, che lo ha inserito nella categoria "altri accessori" per la stagione Primavera/Estate 2017 accanto a tre palle da tennis, una racchetta e un set di palette e palle da spiaggia. Quanto costa questo oggetto alla moda? Ben 1.260 euro.

La cosa però non è stata apprezzata dagli utenti del web poiché si tratterebbe di un'appropriazione indebita di un accessorio che fa parte della tradizione culturale aborigena australiana. Il boomerang è infatti nato come strumento di caccia, il suo nome proviene dal nome della tribù Turuwal, originaria di Sidney, e le sue prime tracce risalgono ai tempi della preistoria, quando il loro disegno veniva impresso sulla roccia. La Maison ha trasformato quel semplice strumento in un accessorio di lusso, umiliando la cultura del popolo australiano.

A far scoppiare la polemica è stato Jeffree Star, un artista statunitense famoso sui social che, dopo aver comprato il nuovo "giocattolo", lo ha fotografato con accanto la didascalia: "Divertendomi con il mio nuovo boomerang di Chanel".

In sole 3 ore sono arrivati 2.300 commenti di protesta, che hanno definito offensiva e umiliante l'idea della Maison. Travolta dalle critiche, la casa di moda si è trovata costretta a replicare sulla questione diffondendo un comunicato stampa in cui si afferma:

Chanel si impegna a rispettare tutte le culture e si rammarica profondamente se qualcuno si sia sentito offeso. L'ispirazione è stata presa dalle attività praticate nel tempo libero in ogni parte del mondo, non era la nostra intenzione mancare di rispetto alla comunità aborigena e stravolgere il significato del boomerang come oggetto culturale.

Insomma, a quanto pare, Chanel ha prodotto il boomerang solo per andare incontro alle richieste di coloro che amano fare sport e divertirsi con accessori insoliti durante il tempo libero. Con le dichiarazioni ufficiali dei portavoce della Maison ha dichiarato di non ha alcuna intenzione di ritirare il prodotto dal mercato, probabilmente farà il possibile per trasformarlo in un must-have per l'estate.

Una donna che sembra vittima di uno stupro: la pubblicità shock indigna il web
Una donna che sembra vittima di uno stupro: la pubblicità shock indigna il web
E' il cane Louis Vuitton? Il suo pelo a scacchi indigna il web
E' il cane Louis Vuitton? Il suo pelo a scacchi indigna il web
Chanel: una lotteria per aggiudicarsi le scarpe, si iscrivono in più di 100mila
Chanel: una lotteria per aggiudicarsi le scarpe, si iscrivono in più di 100mila
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni