Emma e James Strachan vengono da Framlingham, nel Regno Unito, e qualche giorno fa erano diventati genitori da pochissimi minuti quando il loro piccolo Bonnie gli è morto tra le braccia. La gravidanza non aveva presentato nessun problema o complicazione ed è proprio per questo che la vicenda ha sconvolto i due genitori.

Il problema è sorto durante il travaglio, i medici hanno infatti parlato di un difficoltoso parto podalico che ha portato il bimbo al decesso. Attualmente, è in corso un inchiesta per scoprire le vere cause dell’accaduto. Emma e James hanno denunciato delle negligenze del personale dell'Ipswich Hospital durante il parto. "Le ostetriche scherzavano sul fatto che avrebbero potuto vendere i biglietti per far assistere il pubblico alla complessa procedura podalico-vaginale. C'era un'atmosferma troppo rilassata e spesso mi sono sentita abbandonata”, ha raccontato la mamma. La donna ha un’altra bambina di 2 anni, Percy, e sa bene come funzionano le cose durante il parto.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, il piccolo Bonnie è nato pallido e debole e non è servito a nulla l’intervento di rianimazione dei dottori. Il medico legale ha trovato anche delle prove di asfissia e di ipossia, tutte cose che devono essere verificate prima di denunciare il personale dell’ospedale. Intanto, la straziante foto della coppia che tiene tra le braccia il bambino morto poco dopo essere nato sta facendo il giro del web e non può far a meno di commuovere tutti. La perdita di un figlio è un'esperienza drammatica, Emma e James ancora non riescono a credere che sia capitato proprio a loro.