Nel secondo giorno della Milano Fashion Week sfila la collezione uomo per la Primavera/Estate 2014 di Iceberg. Poco prima dello show è stato presentato il nuovo creative director del menswear, Federico Curradi (qui il video dell'intervista). Il designer fiorentino, che si è fatto le ossa in maison italiane come Ermanno Scervino e Roberto Cavalli, prende le redini del brand, proponendo la sua visione e facendo sfilare in passerella una collezione ispirata alla frenesia della grande metropoli.

L'uomo pensato da Curradi si muove rapido in bicicletta, corre contro il tempo all'interno di un safari urbano ricco di sorprese e insidie. Il designer cerca di interpretare con capi moderni e lineari la nuova società liquida e il movimento incessante che l'affligge. Nella collezione primaverile lo sportswear si evolve diventando elegante e raffinato: pezzi sportivi, come felpe e shirt, diventano adatti ad occasioni più glamour grazie all'utilizzo di tessuti e tagli adatti anche per la sera. I capi proposti sembrano un ibrido capace di adattarsi a situazioni diverse tra loro, perfetti per un cittadino moderno che ha bisogno di essere impeccabile in ogni momento, di giorno e di sera, al caldo e al freddo, sempre e comunque.