L’attività più odiata dalle donne? Stirare. Si perdono ore ed ore, si suda e ci si stressa. Camicie, giacche, vestiti, sono solo alcuni degli abiti più difficili da stirare. Volete dire addio al ferro da stiro? Niente panico, esistono dei metodi validi per raggiungere gli stessi risultati in poco tempo e soprattutto con meno fatica. Seguendo questi semplici consigli, capirete che stirare è solo una faccenda domestica antiquata e presto le pieghette degli indumenti da eliminare diventeranno solo un lontano ricordo.

Lavaggio – Per avere dei capi perfetti senza stirare, bisogna cominciare a seguire qualche regola durante il lavaggio. Questo deve essere breve e a basse temperature, senza centrifughe superiori ai 600-800 giri, con una temperatura che si aggira intorno ai 30-40 gradi. L’acqua calda, infatti, stropiccia le fibre e lavare gli indumenti in questo modo sarà l’ideale per dire addio al ferro da stiro. Inoltre, si dovrà utilizzate poco detersivo e sostituire l’ammorbidente con aceto o acido citrico, capaci di distendere i tessuti.

Asciugatura – Dopo aver lavato gli abiti, bisognerà asciugarli in modo corretto per evitare di stirarli. Innanzitutto, bisogna stenderli subito dopo il lavaggio, sbattendoli due o tre volte prima di metterli sullo stendino. Per le camicie, le t-shirt e i vestiti leggeri dovranno essere utilizzate delle grucce oppure in alternativa si potranno attaccare le mollette all’interno, all’altezza delle cuciture. I pantaloni, invece, vanno stesi dalla vita, tirando bene gli orli e lisciando il tessuto con le mani, mentre le lenzuola e le tovaglie andranno sbattute e piegate in due parti prima di essere stese. In questo modo, tutti i vostri indumenti saranno perfetti per essere indossati senza passare per la stressante stiratura.