A chi non è mai capitato di ritrovarsi con gli amici a spettegolare su conoscenti e colleghi? Parlare male delle persone che non consideriamo troppo simpatiche ci fa sentire stranamente felici e sollevati, anche se a volte si finisce per trascendere e per dire delle cose davvero cattive. Da oggi, però, potremmo non sentirci più in colpa. Uno studio condotto da Robin Dunbar, docente di psicologia all’università di Oxford, ha dimostrato che parlare male degli altri in compagnia degli amici fa bene alla salute.

Il ricercatore ha formulato la cosiddetta “Teoria dei pettegolezzi” secondo la quale sono proprio questi ultimi a renderci umani e ad aiutarci a vivere più a lungo. “Fare gossip” ci distingue dalle altre specie e ci aiuta a capire di chi possiamo fidarci. Inoltre, è proprio dai pettegolezzi più frivoli che possono nascere delle amicizie durature e profonde poiché è proprio così che riusciamo conoscere meglio le persone che abbiamo di fronte che, “sparlando” di qualcuno, esprimono indirettamente il loro giudizio su determinate situazioni. Il professore Dunbar ha spiegato: “I pettegolezzi sono più salutari di qualsiasi altra cosa, basti pensare che i social network hanno un effetto incredibile sulla nostra felicità ed il nostro benessere”.

Spettegolare in compagnia degli amici è quindi un’attività salutare e soprattutto il modo più semplice per tenersi aggiornati sulle ultime novità “social”. Ancora oggi la maggior parte delle comunicazioni umane, sotto forma di e-mail, telefonate o messaggi, sono dei pettegolezzi. Ormai fare gossip è diventata un’attività così naturale che sembra che la nostra lingua si sia evoluta proprio per fare questo.