Il principe Harry e Meghan Markle hanno detto addio ai Windsor lo scorso gennaio e la decisone ha fatto non poco scalpore, visto che in molti non hanno proprio compreso il motivo per cui qualcuno possa desiderare di rinunciare a titoli e privilegi reali a tutti i costi. La verità è che, dopo essere stati per più di un anno al centro del mirino dei paparazzi, hanno pensato bene di rivendicare la loro libertà e indipendenza, anche se questo ha significato cambiare vita in modo drastico. Quello che in pochi sanno è che non sono gli unici membri della Royal Family ad aver fatto qualcosa di tanto rivoluzionario. Il principe Edoardo, conte del Wessex e ultimogenito della regina Elisabetta II, ha sempre provato a tenere la sua famiglia lontano dai riflettori.

È sposato con Sophie Rhys-Jones, ha due figli, Louise e James, e fa il possibile perché questi ultimi abbiano una vita "normale". Li porta personalmente a pescare e a fare equitazione, gli permette di organizzare feste e pigiama party con gli amici, gli fa frequentare una scuola pubblica e non un istituto privato e costoso ma il dettaglio più sorprendente è che i ragazzini non usano i titoli reali. Solo quando compiranno 18 anni potranno decidere di cambiare le carte in tavola, anche se, essendosi abituati a essere delle persone "comuni", probabilmente non li utilizzeranno. Louise e James stanno crescendo con l'idea che dovranno lavorare per vivere, nonostante il conto in banca "reale". Cosa ne pensa la regina Elisabetta II? Anche se per lei è sorprendente che dei membri della Royal Family possano rifiutare privilegi ruoli istituzionali, è lieta di essere considerata solo una "normale nonna" quando li incontra.