Gli scaldacera sono strumenti utilizzati per riscaldare la cera epilatoria e mantenere la cera in caldo per tutto il tempo necessario a portare a termine la ceretta casalinga. Grazie a questo strumento, non si rischia di sporcare il piano di lavoro e l'ambiente intorno durante l'epilazione e si evita di scottarsi entrando in contatto con la cera calda. Inoltre, si ottimizzano i tempi e la peluria superflua viene eliminata più facilmente.

In commercio si trovano diversi tipi di scaldacera, presso i rivenditori autorizzati o cercando gli scaldacera su Amazon; la scelta tra uno scaldacera a rullo e uno scaldacera a barattolo dipende esclusivamente dalle esigenze e dalle preferenze personali. Anche la capienza, la potenza e la portabilità dello strumento dipendono dai risultati che si vogliono ottenere.

Cos'è la ceretta?

La ceretta è uno dei metodi più efficaci per avere la pelle perfettamente liscia a lungo, senza effettuare manovre eccessivamente lunghe; l'effetto è garantito dalle sostanze emollienti e protettive contenute nella cera. I peli vengono rimossi direttamente alla radice. Inoltre, quando i peli ricrescono, sono più morbidi e la volta successiva saranno più facili da rimuovere.

La ceretta mantiene la pelle liscia e pulita per un periodo che varia dalle tre alle cinque settimane, ma molto dipende dal tipo di pelle e di pelo, oltre che dalla frequenza con cui ci si depila.

Si tratta del giusto compromesso tra l'epilazione fatta con il rasoio manuale o con un epilatore elettrico, che dura solo pochi giorni, e gli epilatori con luce pulsata, che offrono una soluzione definitiva (o quasi), ma richiedono maggiori accortezze e hanno un costo maggiore.

Ceretta a caldo e ceretta a freddo

La ceretta può essere fatta a caldo o a freddo.

La ceretta a caldo viene realizzata con una cera fatta da una miscela di resine ed oli e venduta in barattolo o sotto forma di grani. La cera deve essere riscaldata in uno scaldacera ad una temperatura tra i 40° e i 50° e poi spalmata sulle zone da trattare con una spatola o con un rullo, seguendo il senso di crescita dei peli. Lo strappo viene fatto con un colpo deciso e utilizzando delle strisce apposite.

La ceretta a freddo si effettua utilizzando strisce già pronte all'uso, che, dopo essere state scaldate con le mani o con un phon, devono essere posizionate sulla zona da trattare e poi strappate via. La cera è già spalmata sulle strisce. Questo tipo di epilazione è pensata per chi non è molto pratico.

Nel primo caso, sarà necessario avere a disposizione l'elettricità; le strisce di cera a freddo, invece, possono essere utilizzate ovunque, perché non necessitano di nient'altro per poter funzionare.

Hard Wax e Strip Wax

Il metodo classico per fare la ceretta, quello delle strisce che strappano via la cera dal corpo, è conosciuto anche come Strip Wax ed è perfetto per zone del corpo vaste.

Un metodo innovativo e alternativo è quello dell'Hard Wax: la cera viene applicata sulla pelle e rimossa direttamente con le dita: solitamente, è consigliato per le zone del corpo più piccole e delicate.

I migliori scaldacera: classifica e recensioni a confronto

Scegliere il migliore scaldacera tra quelli in vendita non è semplice. Un buon aiuto potrebbe essere avere già a portata di mano una prima selezione di modelli. Quelli che vi vengono proposti qui di seguito sono quelli con il miglior rapporto qualità/prezzo, quelli con più recensioni e quelli più consigliati da chi ne ha già fatto uso.

Abody

Abody è uno scaldacera professionale elettrico, venduto in una confezione con quattro sacchetti di cera brasiliana – all'aloe vera, al cioccolato, alla camomilla e alla lavanda -, cinque ciotole di alluminio e dieci spatole di legno. La temperatura regolabile da 160° a 240° con la manopola e la cera si scalda in 8 minuti. Si pulisce facilmente grazie alle dieci spatole nella confezione. Misura 20 x 20 x 15 centimetri.

Pro: se pulire la ciotola diventa complicato, si può scegliere di utilizzare tutte le ciotole comprese nella confezione, ognuna con una cera diversa.

Contro: tutti coloro che hanno acquistato questo prodotto si ritengono soddisfatti e lo consigliano.

Baulanna

Lo scaldacera Baulanna  è un dispositivo professionale elettrico perfetto per la cera brasiliana. Il riscaldamento della cera è veloce e omogeneo, perché il dispositivo lavora a 100 watt di potenza e la cera si scioglie in massimo un quarto d'ora. Grazie alla manopola di regolazione della temperatura e ai gradi impostati direttamente visibili sullo schermo, è facile controllare la temperatura.

Pro: la formula con cui è realizzata questa cera consente di utilizzarla su tutte le zone del corpo.

Contro: tutti coloro che hanno utilizzato questo scaldacera ne sono rimasti soddisfatti e non hanno esposto alcun tipo di lamentela.

Hoposo

Lo scaldacera Hoposo è del tipo con ciotola e nella confezione sono compresi quattro sacchetti di cera brasiliana con diverse profumazioni: camomilla, aloe, miele e lavanda. Permette di regolare manualmente la temperatura, da 160° a 240°; la cera si scioglie in 15 minuti. Il sistema di sicurezza integrato previene il surriscaldamento. Grazie alla maniglia di plastica resistente, il contenitore si può manovrare senza scottarsi.

Pro: questo scaldacera è facile da pulire, oltre che da manovrare; inoltre, il contenitore non diffonde cattivi odori nell'ambiente.

Contro: chi ne ha già fatto uso consiglia di stendere bene la cera, per evitare di lasciare peli residui sulla pelle.

Lofter

Lo scaldacera professionale elettrico Lofter con barattolo è perfetto la ceretta sia per gli uomini che per le donne su qualsiasi parte del corpo. Nella confezione sono comprese anche dieci bustine di ceretta con cinque diverse profumazioni: camomilla, lavanda, aloe, rosa e tè. Inoltre, ci sono cinquanta spatole in legno per la depilazione e cinquanta strisce per la pulizia del barattolo.

Pro: grazie allo schermo retorilluminato, è facile controllare il corretto funzionamento del dispositivo in qualsiasi momento mentre è in funzione.

Contro: per ottenere un buon risultato, è bene stendere la cera in uno strato non troppo sottile e assicurandosi di ricoprire tutta la superficie.

Plastimea

Lo scaldacera elettrico Plastimea Mealiss lavora con una potenza di 120 watt ed è dotata di contenitore da 500 millilitri. La cera compresa nella confezione può essere utilizzata anche sul viso ed è indicata anche per le pelli più sensibili; inoltre, è già incluso nel prezzo anche un olio da utilizzare in post depilazione. La cera arriva alla giusta temperatura dopo soli cinque minuti.

Pro: questo marchio è garante di qualità ed è provvisto di garanzia in caso di guasti e malfunzionamenti.

Contro: secondo alcuni, impiega più tempo del previsto a scaldare la cera, ma, per ovviare al problema, basta regolare meglio la temperatura.

Plastimea Mealiss 10

Lo scaldacera Plastimea Mealiss 10 può contenere fino a 400 grammi di prodotto e lavora ad una potenza di 100 watt. Nella confezione sono presenti tutti gli accessori necessari per permettere una rimozione impeccabile dei peli in poche e semplici mosse e l'olio da usare dopo la depilazione. Il dispositivo lavora ad una potenza di 100 watt e la cera si scioglie in venti minuti; successivamente, la macchina si spegne automaticamente.

Pro: nella confezione sono presenti diversi tipi di cera, per venire incontro a qualsiasi tipo di pelle e preferenza di profumazione.

Contro: date le dimensioni delle spatole presenti nella confezione, si consiglia di usare questo kit per lavorare su piccole zone.

Luckyfine

Lo scaldacera Luckyfine è un apparecchio tecnologico, dotato di schermo LCD sul quale è possibile controllare la temperatura, che è regolabile anche manualmente tramite manopola, se non si è soddisfatti di quella che si è impostata automaticamente. La cera compresa nella confezione è brasiliana, e funziona su tutte le aree del corpo. Si pulisce facilmente.

Pro: la ciotola che contiene la cera è realizzata in acciaio inossidabile, che garantisce la non contaminazione del prodotto.

Contro: questo prodotto ha incontrato il favore di chi lo ha utilizzato, nessuno se ne è lamentato.

Suncom

Lo scaldacera Suncom è dotato di display LED, che consente di tenere sotto controllo tutte le impostazioni attive. La temperatura è regolabile. Il dispositivo è venduto in un kit comprensivo di quattro buste di cera e dieci spatole di cera. Il contenitore riesce a contenere fino a 500 millilitri di prodotto, è antiaderente ed estraibile; il manico consentire una gestione migliore.

Pro: questa macchina è solida e ben funzionale, la cera viene sciolta in pochi minuti e l'ambiente intorno si mantiene pulito.

Contro: gli utenti consigliano di acquistare una cera di marchio diverso rispetto a quella presente nella confezione.

Y.F.M.

Lo scaldacera Y.F.M. è un apparecchio di dimensioni compatte, che misura 10 x 10 x 10 centimetri ed è leggero, facile da trasportare; è disponibile in colore rosa. Gli angoli arrotondati e le maniglie laterali lo rendono più ergonomico. La copertura ventilata e trasparente permette di poter tenere sotto controllo la situazione. La temperatura può essere regolata da 35° a 100°. Vi si possono introdurre tutti i tipi di cera.

Pro: oltre ad essere pratico e facile da usare, questo scaldacera è anche pensato nel dettaglio a livello estetico, perché può essere lasciato in esposizione.

Contro: si tratta di un modello economico e facile da utilizzare, per coloro che sono alle prime armi e non necessitano di un apparecchio elaborato e professionale.

Pro Wax 100

Lo scaldacera Pro Wax 100 è un modello in barattolo che riesce a contenere fino a 400 millilitri di prodotto; la cera si scalda facilmente e la temperatura può essere tenuta costantemente sotto controllo tramite il termostato elettronico. Misura 19,5 x 19,5 x 15 centimetri. Lavora ad una potenza massima di 120 watt ed è un prodotto altamente professionale.

Pro: l'apparecchio è economico, ma di grande qualità, dura nel tempo lavorando sempre bene.

Contro: questo dispositivo non è provvisto di spegnimento automatico in caso di surriscaldamento, quindi si consiglia di controllare che la temperatura non si alzi eccessivamente.

Come usare lo scaldacera

Gli scaldacera possono essere a rullo o a barattolo. In base allo scaldacera che si acquista, si procede all'applicazione della cera in modo diverso.

Lo scaldacera a rullo, conosciuto anche come roll-on, è piccolo e maneggevole. La cera viene inserita nello strumento tramite delle ricariche che si trovano in commercio facilmente e a poco prezzo. Questo è il tipo di scaldacera più economico in commercio, ma anche il più facile da utilizzare, perché la cera viene dosata tramite il rullo e si limita il rischio di colature. Per spalmare la cera, è sufficiente collegare il dispositivo alla corrente elettrica e, una volta che è giunto a temperatura, passare il rullo sulla zona interessata e poi rimuovere la cera con le strisce apposite.

Lo scaldacera a barattolo è un contenitore in cui si introduce la cera e viene fatta sciogliere collegando il dispositivo alla corrente elettrica; la cera sciolta viene stessa sulla pelle con una spatola. Rispetto al roll-on, questo scaldacera consente di scaldare ed utilizzare una quantità di cera maggiore. Lo scaldacera a barattolo è utilizzato anche in un centro estetico.

I vantaggi dello scaldacera

Avere a portata di mano uno scaldacera può essere molto vantaggioso. Fare la ceretta in casa, infatti, aiuta ad abbattere i costi dell'estetista, ma significa anche avere a disposizione gli strumenti giusti. Senza un apparecchio di questo tipo, si dovrebbe procedere a scaldare la cera in un pentolino.

Grazie allo scaldacera, si evita di sporcare pentole e utensili vari, oltre che il piano di lavoro. Il contenitore, infatti, è pensato proprio per evitare che la cera fuoriesca.

Inoltre, grazie ai manici ergonomici e ai sistemi di spegnimento automatico, si evita di scottarsi se la temperatura raggiunta dalla cera è troppo elevata.

Come scegliere il migliore scaldacera

Per poter scegliere il miglior scaldacera in vendita, bisogna tenere conto di diversi aspetti. In particolare, è bene valutare fattori quali: la portabilità, la velocità di riscaldamento, la durata, l'alimentazione e le funzionalità aggiuntive, che non sono indispensabili, ma possono fare la differenza.

Portabilità

La portabilità dipende molto dal tipo di uso che si deve fare dell’apparecchio. Se lo scaldacera viene utilizzato solo in casa, allora un modello grande e capiente può andar bene; ma, se si viaggia spesso e si vuole essere sicuri di essere sempre in ordine, allora è meglio optare per un modello portatile, di quelli con il rullo, che può essere trasportato in una busta o in una borsa.

Velocità di riscaldamento

Uno buono scaldacera porta la cera a temperatura in pochi minuti, tra i 10 e i 20 al massimo, se il contenitore è particolarmente pieno. È bene, quindi, scegliere uno scaldacera con un termostato facile da regolare e che lavori ad una potenza media sufficiente; gli scaldacera con contenitore lavora solitamente con una potenza di 100 watt, mentre quelli roll lavorano a circa 40 watt.

Durata

Per essere sicuri che lo scaldacera non si rompa subito, è bene acquistare un modello con un rivestimento esterno resistente. Generalmente, quelli portatili, che sono anche più economici, sono pensati per durare meno nel tempo.

Alimentazione

Uno scaldacera può essere alimentato a batterie o a corrente alternata. Gli scaldacera alimentati a batteria potrebbero scaricarsi durante l'uso, ma essere pratici quando non si ha a disposizione l'elettricità. La scelta più giusta dipende dalle proprie esigenze e dall'uso che se ne deve fare.

Funzionalità

Un apparecchio di questo tipo può avere delle funzioni aggiuntive che ne aumentano le prestazioni. Per esempio, potrebbe essere ottimo avere a disposizione il sistema di spegnimento automatico e un indicatore, che consentiranno all'attrezzo di spegnersi automaticamente quando la temperatura è ideale e in caso di guasti al dispositivo, per evitare che si verifichino surriscaldamenti o che ci si possa scottare.

A proposito della temperatura, potrebbe essere utile avere a disposizione anche un termostato regolabile, per poter scegliere in autonomia la temperatura ideale, impostabile, generalmente fino ad un massimo di 50°.

La ceretta fa male?

Alcuni sostengono che la ceretta sia particolarmente dolorosa, per altri è una passeggiata. Non ci sono una risposta giusta e una sbagliata, tutto dipende da quanto è delicata la propria pelle e dalla propria soglia del dolore, oltre che dalla zona interessata. In ogni caso, ci sono alcune accortezze che possono essere prese per preparare la pelle all'epilazione e avere il meno fastidio possibile, durante e dopo la ceretta.

Per esempio, potrebbe essere utile usare un esfoliante il giorno prima di fare la ceretta, per eliminare le cellule morte della pelle: questo renderà gli strappi meno dolorosi. Anche la caffeina, il sale e l'alcool rendono la pelle più sensibile al dolore.

Inoltre, le donne possono evitare di fare la ceretta a ridosso del ciclo mestruale, quando la pelle è più sensibile.

Dopo aver fatto la ceretta, la pelle potrebbe essere arrossata o irritata a causa degli strappi: massaggiarla con un olio o una crema idratante può essere una buona soluzione.

Questo è tutto quello che c'è da sapere sugli scaldacera. Se avete trovato il modello che fa per voi tra quelli elencati, potete procedere all'acquisto; in caso contrario, dare un'altra occhiata ai modelli presenti nella categoria degli scaldacera su Amazon potrebbe aiutarvi a chiarirvi le idee.