Lisa Muckle è una donna di 49 anni, viene da Redditch, nel Worcestershire, e soffre di due patologie chiamate lipedema e linfedema che rendono la parte inferiore del suo corpo gonfia poiché vi è un accumulo anomalo di cellule adipose. Le è stata data la diagnosi precisa 11 anni fa, dopo che, nonostante le diete estreme e l'esercizio fisico praticato regolarmente, non riusciva a rendere le gambe, i fianchi e i piedi più snelli.

Già a 18 anni, però, notava che le gambe le si gonfiavano in modo spropositato ogni volta che passava un'intera serata in piedi, cosa che non accadeva affatto alle sue coetanee, ma pensava che si trattasse solo di una "controindicazione" dei tacchi alti. Con il passare del tempo la situazione è peggiorata, tanto che ha cominciato a indossare solo abiti neri, larghi e coprenti ma non è mai riuscita ad accettare il fatto che le persone le guardassero in continuazione i piedi gonfi. Oggi, dopo aver provato ogni tipo di rimedio e avere qualche difficoltà anche nell'indossare alcuni modelli di scarpe, sembra voler ricorrere a una soluzione più estrema, un intervento di liposuzione.

Il suo obiettivo è utilizzare le 22.000 sterline ottenute dopo il divorzio per pagare l'intervento alle gambe e alle caviglie, così da avere finalmente il corpo dei suoi sogni. "Le persone mi guardano e penso che sia grassa e pigra, gli vorrei urlare che è solo una conseguenza della patologia", ha spiegato Lisa. Definisce i suoi piedi delle "zampette di maiale" e, ora che è tornata single, ha paura che gli uomini possano rifiutarla a causa di quel piccolo dettaglio estetico.