La moda è sempre stata considerata un settore elitario, i cui prodotti possono essere acquistati solo da pochi, ma negli ultimi tempi le cose starebbero cambiando. Il fashion system è una delle realtà economiche e creative più redditizie al mondo, tanto che le Maison famose sono tra le migliori a livello di fatturazione. Ecco qual è la classifica dei Best Global Brands stilata dall'agenzia newyorkese Interbrand.

La classifica dei migliori brand al mondo

E' da 19 anni che l’agenzia newyorchese Interbrand stila la classifica dei Best Global Brands, ovvero i migliori marchi a livello globale non solo in termini di fatturato, e questa volta tra le aziende premiate ce ne sono ben 11 di moda. Non è un caso che il fashion system sia stato definito top-performing category con una crescita complessiva del 42%. La prima azienda di moda, che si è aggiudicata il 18esimo posto in classifica, è Louis Vuitton, seguita da Chanel in 23esima posizione e dai marchi di moda low-cost Zara ed H&M, rispettivamente al 25esimo e al 30esimo posto. Ad aver guadagnato ben 12 posizioni, registrando una crescita del 30% e raggiungendo il 39esimo posto è l'italiana Gucci, che ha adottato una strategia vincente grazie alla stravaganza e alle scelte coraggiose del direttore creativo Alessandro Michele e del Ceo Marco Bizzarri. Seguono poi due grandi nomi dell'alta gioielleria, Cartier e Tiffany&Co., per poi continuare con Dior, Burberry e Prada. Il motivo per cui la moda sembrerebbe essere tanto redditizia? Riesce a fondere prodotto ed experience, esclusività e personalizzazione, interpretando le sottoculture dominanti e, allo stesso tempo, rimanendo fedele ai suoi valori tradizionali. Insomma, a quanto pare la moda, seppure elitaria, è tra i settori più potenti dell'economia globale