La primavera è ormai arrivata, eppure costretti a casa per l'emergenza da Coronavirus, facciamo fatica a riconoscerlo. Gli alberi fioriscono ma strade e parchi sono vuoti. Essere circondati dal verde, però, può aiutare ad affrontare meglio questa difficile quarantena e a trovare un valido passatempo con cui riempire le proprie giornate. Chi non ha un terrazzo o spazi ampi all'aperto non deve disperare, la soluzione c'è: i giardini verticali. Si tratta di strutture fissate ai muri esterni o interni delle abitazioni, arricchite da particolari composizioni di piante, che regalano un aspetto completamente diverso alla nostra casa e ci aiutano anche a respirare meglio.

I giardini verticali professionali e fai da te

Per chi sceglie di affidarsi ad esperti, le soluzioni sono molteplici. Si tratta per lo più di pannelli che utilizzano la tecnica del feltro, dotati di circuiti, aperti o chiusi, per l'irrigazione. Nel primo caso il giardino è totalmente autonomo e una centralina controlla la quantità di acqua necessaria. Nel caso, invece, di circuiti chiusi, la struttura è dotata di una vasca che si occupa di irrigare le piante in maniera autonoma e che va riempita con cadenza regolare, a seconda della sua capienza. Entrambi i sistemi possono essere installati dove si preferisce, su pareti a muro o su strutture create appositamente, utili ad esempio per separare due ambienti.

I giardini verticali fai da te

Per chi, invece, vuole cimentarsi con il fai da te, ci sono tante soluzioni facilmente ricreabili per poter avere un proprio giardino verticale, in casa o sul terrazzo. Basta usare un po' di creatività. Un'idea è quella di utilizzare una cornice da parete, piuttosto profonda, nella quale inserire le piante che preferiamo e alcuni semi e poi andare a ricoprire il tutto con apposito griglie in metallo. Sarà sufficiente innaffiarle con uno spray contenente acqua ogni qual volta la piante ne hanno bisogno. Esistono anche alcuni supporti da parete, già suddivisi in apposite tasche, che possono fungere da vasi porta piante. Li si può appendere fuori al terrazzo, per arricchire la parete, o anche in cucina per rendere l'ambiente più caldo accogliente. Infine una soluzione ancora più semplice è quella di riempire la nostra libreria di vasi di varie dimensione con piante e e fiori differenti.

I vantaggi di avere a casa un giardino verticale

Oltre ad arredare gli ambienti, i giardini verticali hanno numerosi vantaggi, primo fra tutti quello di purificare l'aria, assorbendo anidride carbonica e rilasciando ossigeno. Riducono anche gli effetti dei campi elettromagnetici che vengono generati dai dispositivi elettronici che quotidianamente utilizziamo. Per questo sono funzionali soprattutto nelle grandi città, dove regna lo smog. I giardini verticali riducono anche l'inquinamento acustico, assorbendone i rumori, ed è per questo che sono spesso scelti per case open-space o uffici. Insomma se il nostro desiderio più grande è sempre stato quello di avere un angolo verde da curare, ma gli spazi non ce lo hanno mai consentito, i giardini verticali rappresentano un ottimo compromesso.