Secondo i risultati del più grande studio al mondo sul benessere e la qualità di vita dei bambini, i figli di genitori gay non hanno alcun problema. In molti casi addirittura questi ultimi raggiungono livelli più alti di salute rispetto ai figli di coppie eterosessuali. I dati provengono da una ricerca dell'Università di Melbourne in Australia, che ha studiato il comportamento di 500 bambini in tutto il paese e ha scoperto che le famiglie gay sono più unite perché devono affrontare gli attacchi che arrivano dalla società, metabolizzarli e dare loro una spiegazione.

Grazie alla coesione, aumenta il tempo trascorso con i genitori e di conseguenza l'autostima dei bambini cresce e anche il loro benessere emotivo. Secondo il dottor Simon Crouch, che ha preso parte allo studio, le famiglie gay favoriscono la comunicazione aperta con i propri figli e "combattono" insieme tutte le sfide della vita. Tutto ciò aiuta i bambini che diventano più forti caratterialmente e più resistenti ai problemi quotidiani.