Una volta al mese, ogni donna si ritrova a che fare con i dolori del ciclo. Tra spossatezza, crampi alla pancia, alla schiena e alla testa, affrontare i primi giorni di mestruazioni diventa davvero una tortura, soprattutto perché non esistono delle cure per evitarli. A confermarlo è anche la scienza. Secondo uno studio condotto da John Guillebaud, professore alla University College di Londra, i dolori mestruali sono così terribili da poter essere considerati peggiori di quelli provati durante un attacco di cuore.

Nonostante siano qualcosa di cui bisognerebbe prendersi cura per evitare sofferenze inutili, vengono spesso sottovalutati e considerati un tabù. I medici non hanno mai affrontato seriamente il problema e consigliano a tutte di prendere semplicemente degli antidolorifici quando la situazione diventa insostenibile. La ricerca ha dimostrato che gli uomini non potranno mai capire cosa si prova all'arrivo delle mestruazioni. Sono state analizzate le reazioni dei due sessi di fronte agli stessi dolori addominali ed i risultati sono stati chiari.

Gli uomini sono riusciti a sopportarli per 49 minuti prima di chiedere aiuto, mentre le donne sono arrivate a ben 65 minuti. Questo spiega per quale motivo, secondo gli stereotipi, i dolori femminili, considerati meno gravi e reali rispetto a quelli maschili, vengono costantemente presi sotto gamba. In realtà, si tratta solo di una maggiore tolleranza al dolore del sesso femminile. La prossima volta che un uomo si troverà di fronte ad una donna distrutta dai dolori del ciclo, farebbe meglio a prendersi cura di lei: sta affrontando una sofferenza incredibile.